OPINIONI & RUBRICHE

Curiosità, giudizi e riflessioni a cura dei nostri commentatori

La quarta puntata di una corrispondenza sui motivi che ci spingono a visitare i luoghi dell’arte

Tre studiosi ricordano il prodigioso lavoro di Mahon per restituire al pittore emiliano il ruolo primario perduto nell’Ottocento

Una riflessione di Lorenza Mochi Onori, storica dell’arte, già direttore generale delle Marche (2011-14) e per 20 anni della Galleria Nazionale d’Arte Antica di Palazzo Barberini a Roma 

Nel 2025 cadrà il centenario della nascita di un artista cardine del XX secolo. Sarà forse l’occasione per tentare una più precisa identificazione del «patriarca» dell’Arte povera: se è stato l’interprete più «iconico» del Concettualismo o, come sostenne Harald Szeemann accostandolo a Joseph Beuys, uno degli ultimi grandi visionari, capace di mostrarci «il lato in ombra di logos e ratio»

Articoli precedenti

In un editoriale Franco Fanelli riflette sulla 60ma edizione dell’Esposizione Internazionale d’Arte: il sottotema non è la guerra, ma la paura

Il grande (o grandissimo) formato dei ritratti, negli ultimi quarant’anni, dice Stefano Causa, vive un momento di gloria nelle forme artistiche più diverse

A Voice of America | Jeffrey Gibson rappresenta gli Stati Uniti a Venezia

Gianni Gaggero e Rinaldo Luccardini collezionano per «Il Giornale dell’Arte» mostri architettonici

Laureato in Storia dell’arte e specializzato in Estetica liturgica, il sacerdote e docente madrileno è membro della Consulta dell’Ufficio liturgico nazionale: «Una chiesa cattolica non può essere una spoglia “aula liturgica”. Gli architetti e gli artisti devono ascoltare la comunità. La forza dell’arte è raggiungere l’invisibile attraverso il visibile» 

Se è vero che ci sono infinite possibilità, c’è comunque un modo «giusto» di trattare le fotografie: come oggetti di valore

La terza puntata di una corrispondenza sui motivi che ci spingono a visitare i luoghi dell’arte

L’architetto 72enne, proto della Basilica di San Marco, denuncia la fragilità strutturale della città, oggi con problemi esasperati dall’innalzamento delle acque, mentre perfino la manodopera specializzata sta scomparendo

Mostra altri