RUBRICHE

La quinta puntata di una corrispondenza sui motivi che ci spingono a visitare i luoghi dell’arte

«Papa Francesco mi ha dato la sua benedizione e ha alzato il pollice in segno di complicità»

Incursioni nelle gallerie di Giorgio Guglielmino, diplomatico e collezionista di arte contemporanea

Nel 1968, a 33 anni, moriva il geniale artista pugliese. E mentre, 56 anni dopo, la Fondazione Prada lo celebra con una retrospettiva, lui continua a esercitare il suo maggior talento: la libertà di non potere e dovere essere etichettato in nessuna tendenza, tantomeno l’Arte povera

L’artista britannico aveva una doppia carriera: pittore astratto e storico dell’arte del XX secolo

A Voice of America | Il ricordo di un episodio curioso: che andasse smarrita una scultura di acciaio del peso di 38 tonnellate fu un evento decisamente fuori dall’ordinario

Articoli precedenti

La galleria Hauser & Wirth inaugura la nuova sede di Basilea uscendo dal canone stretto dell’arte contemporanea, per inoltrarsi nello storicizzato

Gianni Gaggero e Rinaldo Luccardini collezionano per «Il Giornale dell’Arte» mostri architettonici

La quarta puntata di una corrispondenza sui motivi che ci spingono a visitare i luoghi dell’arte

Nel 2025 cadrà il centenario della nascita di un artista cardine del XX secolo. Sarà forse l’occasione per tentare una più precisa identificazione del «patriarca» dell’Arte povera: se è stato l’interprete più «iconico» del Concettualismo o, come sostenne Harald Szeemann accostandolo a Joseph Beuys, uno degli ultimi grandi visionari, capace di mostrarci «il lato in ombra di logos e ratio»

Mostra altri