ADDII

Il ricordo dei principali personaggi del mondo dell’arte non più con noi

È scomparso il 15 maggio, all’indomani del suo ottantaquattresimo compleanno, il celebre archeologo il cui nome è legato a oltre trent’anni di ricerche nel villaggio operaio di Tell el-Amarna

Marcella Beccaria, vicedirettore del Castello di Rivoli Museo d’Arte Contemporanea, ricorda la generosità e l’entusiasmo del mecenate e il suo essenziale contributo nel realizzare i sogni dell’istituzione torinese

È scomparso a 86 anni l’inventore delle disseminazioni, oggi più attuali che mai. Stava lavorando a una mostra che s’inaugura postuma il 21 maggio a Milano

Fernando Mazzocca ricorda lo studioso, e amico, uno dei maggiori e originali conoscitori e storici della pittura veneta e lombarda tra Sette e Ottocento. Autore del catalogo dei dipinti del Piccio, lascia incompiuto il volume sui disegni 

Cristina Acidini, soprintendente dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze dal 2000 al 2006, ricorda commossa la dedizione del collega che sapeva mettere in pratica il «triangolo virtuoso»

Operatività, ricerca e didattica hanno improntato l’attività dell’insigne «ambasciatore» del restauro italiano, per quasi quarant’anni attivo all’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, di cui è stato soprintendente per dieci anni

Articoli precedenti

La storica dell’arte Cristina Acidini ripercorre la vita e il «cursus honorum» di Antonio Paolucci, dalla laurea a Firenze con Longhi e la specializzazione a Bologna con Arcangeli fino alla direzione dei Musei Vaticani

Lo storico dell’arte è scomparso a Firenze a 84 anni. Era stato ministro dei Beni culturali nel Governo tecnico di Lamberto Dini

Tra i pionieri della Land art, creò nel 1982 uno dei primi parchi dedicati alla scultura e installazione contemporanea alla Fattoria di Celle di Santomato di Pistoia e fu precursore delle residenze d’artista e opere site-specific, divenendo un punto di riferimento internazionale

Salito alla ribalta nel mondo dell’arte newyorkese degli anni Sessanta, è stato una figura totemica e controversa, nota per le sue sculture materiche. L’ombra dell’omicidio della moglie, l’artista Ana Mendieta

I due studiosi, grandi esploratori della pittura barocca italiana, se ne sono andati a pochi giorni di distanza l’uno dall’altra

È morto a 90 anni il gallerista che con Fortunato Massucco fondò nel 1965 la Bottega d’Arte di Acqui Terme. Una passione trasmessa al figlio Carlo, cresciuto tra le opere di Licini, Melotti, Morandi e Carrà

Il ricordo di Davide Gasparotto, senior curator al Getty: «È stato protagonista di una stagione culturale e di una concezione del patrimonio artistico che sembra distante anni luce dalla presente, nella quale gli storici dell’arte sono riusciti a coniugare in maniera equilibrata dedizione alla ricerca e alla conservazione, rigore nell’esercizio della professione di funzionario di Soprintendenza, attenzione alla valorizzazione, sempre animati da autentica passione ed esemplare impegno civile»

È scomparso oggi 18 dicembre a 89 anni uno degli artisti più rappresentativi dell’Arte povera. Decisivo l’incontro con Sperone e poi con Ileana Sonnabend. Mise in scena le tensioni estreme, che con lui da formali diventarono fisiche

Mostra altri