MINISTERO DELLA CULTURA

Luogo d’incontro, studio, scambio di saperi e conoscenze, «Restauro», il Salone Internazionale dei Beni Culturali e Ambientali, è anche un omaggio a una professione che merita il giusto riconoscimento. La XXIX edizione si tiene dal 15 al 17 maggio presso Ferrara Expo

Presentata stamattina al Ministero della Cultura, l'iniziativa destina al progetto vincitore 1 milione di euro. Candidature entro il 30 giugno

Con la nuova normativa ministeriale «si torna drammaticamente indietro nel tempo», sottolinea Daniele Manacorda, curatore con Mirco Modolo in un volume sull’uso delle immagini del patrimonio culturale, questione diventata un «patchwork pasticciato»: lo Stato vuole guadagnare e decidere, ma entra in contraddizione con il dovere di garantire libertà di informazione e di pensiero

Il manufatto in rame dorato faceva parte delle ornamentazioni che Giovan Lorenzo Bernini aveva ideato per Flavio Chigi, il «cardinal nepote» di papa Alessandro VII.  Rintracciato in una collezione privata, è stato acquistato dal Ministero della Cultura per la dimora caposaldo del Barocco berniniano

È cresciuta la capacità di intercettare con il web nuovi pubblici, fidelizzare e interagire, ma solo il 7% utilizza la realtà virtuale e solo 3 musei hanno il sito tradotto in tedesco (principale mercato)

Approvato in via definitiva alla Camera, è ora legge il Ddl presentato dal ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano per contrastare gli atti vandalici ai danni dell'arte, dei monumenti nazionali e del paesaggio

Il vero problema sembra essere la nuova (vecchia) organizzazione per Dipartimenti, già varata ai tempi del ministro Buttiglione e presto abbandonata non per motivi politici, ma perché ritenuta non adeguata a un Dicastero come quello della Cultura, capillarmente distribuito sul territorio

L'ex segretario generale del Ministero analizza il senso e i limiti della riorganizzazione appena approvata: addio alla struttura verticistica a favore di quella orizzontale con quattro Dipartimenti. «La riforma incide pesantemente su un corpo ministeriale che davvero è troppo gracile», spiega

Articoli precedenti

Rimodulate le competenze e modificato la struttura organizzativa: dal Segretariato generale al modello dipartimentale

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta del 21 dicembre, con 109 firmatari tra artisti, architetti, fotografi, giornalisti, storici dell’arte, curatori, editori, docenti, bibliotecari e stampatori, sulla destinazione dell’Istituto centrale della grafica nella prossima riorganizzazione del Ministero della Cultura

Annunciati i vincitori nei musei statali autonomi di prima e seconda fascia: Verde agli Uffizi, Schmidt a Capodimonte, D’Orazio a Perugia, Salomon a Palazzo Barberini, Necci alle Estensi...

Il ministro Sangiuliano lì ha scelti da una terna proposta dalla Commissione giudicatrice. Nuove nomine anche nei musei di seconda fascia

La riforma ministeriale prevede che l’Istituto centrale per la grafica, dotato di autonomia speciale dal 2015, afferisca alla Direzione generale Biblioteche e istituti culturali. La lettera dei dipendenti al ministro

La nuova organizzazione del MiC voluta dal ministro Sangiuliano «torna al passato» con quattro Dipartimenti e aumenta le Direzioni generali da 11 a 13. Sarà operativa dopo il decreto del presidente del Consiglio dei Ministri

Si è tenuto a Roma nella sala Spadolini un simposio per riflettere sull’esportazione di oggetti d’arte dall’Italia alla nostra contemporaneità

«L’autonomia concessa ad alcuni grandi musei è una scelta che consente di elevarne la qualità e la fruibilità», commenta il ministro Gennaro Sangiuliano

Mostra altri