Dorazio solo dal vivo

Lavori in corso nell’Archivio intitolato al poliedrico artista

Piero Dorazio nella sua sala alla XXX Biennale Internazionale d’Arte di Venezia del 1960. Foto Virginia Dortch. Cortesia Archivio Piero Dorazio, Milano. © Piero Dorazio, by SIAE 2020
Ada Masoero |  | Milano

Fondato nel 2014 per volontà e con il sostegno dei figli ed eredi Justin Dortch Dorazio e Angela D’Orazio e Allegra D’Orazio, l’Archivio Piero Dorazio sta lavorando a importanti progetti per valorizzare l’opera dell’artista (all’anagrafe Piero D’Orazio, Roma, 1927 - Perugia, 2005), maestro dell’Astrattismo ma anche precoce studioso delle avanguardie europee, teorico e docente (ha insegnato per dieci anni alla University of Pennsylvania di Filadelfia).

L’Archivio ha sede a Milano in via Appiani 22. In tempi normali è aperto su appuntamento a ricercatori e studiosi, che qui possono consultare la bibliografia completa dell’artista, mentre la sua biblioteca personale è depositata in comodato presso la Biblioteca dell’Università Cattolica di Milano. Lo presiede Mirko Orsi, commercialista e collezionista («Il mio compito, oltre al ruolo istituzionale, è portare nel Consiglio direttivo
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Ada Masoero
Altri articoli in GALLERIE