Un nuovo polo intorno a Picasso

Il quartiere del Born rifiorisce grazie alle fondazioni d’arte contemporanea e il celebre museo riparte con Guigon

Roberta Bosco |  | Barcellona

«Riscoprire la collezione e cercare l’equilibrio tra mostre per il grande pubblico e rassegne che attualizzino la lettura di Picasso con approcci multidisciplinari»: lo aveva dichiarato il giorno della sua presentazione in pieno luglio (all’indomani dell’attentato di Nizza), Emmanuel Guigon, scelto tra 13 candidati internazionali per dirigere il Museu Picasso. Esperto di Avanguardie storiche, Guigon incarna tutte le speranze di un museo che, pur mantenendo la supremazia per quanto riguarda l’affluenza del pubblico, negli ultimi anni ha perso in ambizioni e credito internazionale. Guigon, che ha sostituito Bernardo Laniado-Romero, si propone di riportare il Museu Picasso all’onore delle cronache con mostre di studio e nuove acquisizioni per la collezione. «A questo proposito parlerò con la vedova del mio amico Pierre Daix, il biografo di Picasso», ha annunciato, anticipando l’acquisto dei
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Roberta Bosco