Fermo: un polo unico per arte e scienza

La Sala del Mappamondo nel Palazzo dei Priori di Fermo
Stefano Miliani |  | Fermo

Come a ricomporre quella comunione tutta rinascimentale tra cultura umanistica e cultura scientifica sfibratasi nella modernità, la Città di Fermo sta avvicinando le sue raccolte d’arte e scientifiche in un Polo museale unico a misura di passeggiata nel centro storico. Il 24 aprile, dopo restauri e adeguamenti delle sale, riapre il seicentesco e nobiliare Palazzo Paccarone. Qui il Comune marchigiano accorpa le raccolte dei Musei scientifici (come il Museo polare intitolato all’esploratore Zavatti e l’Istituto ornitologico Salvadori) trasferite dalla settecentesca Villa Vitali, bella ma esterna al cuore antico. Di fronte, la Chiesa di San Filippo è già diventata sede di mostre e convegni (cfr. n. 379, ott. ’17, p. 39).

L’edificio più rinomato è il Palazzo dei Priori: del XVI secolo, contiene la Pinacoteca Civica, la Sala del Mappamondo (con un magnifico globo del 1713) e una biblioteca ricca
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani