Libera arte in libero mercato

Edek Osser |

Roma. Al momento di andare in stampa è annunciato per l’inizio di maggio il voto di fiducia del Senato (con probabile successiva ratifica alla Camera) per approvare un insieme di norme con le quali cambierà il mercato internazionale delle opere d’arte, che potranno essere esportate più liberamente. La nuova normativa che modifica quella stabilita dal Codice dei Beni culturali del 2004, è contenuta nell’articolo 68 di una legge che apparentemente riguarda tutt’altro ed è intitolata «Legge annuale per il mercato e la concorrenza». L’art. 68 prevede «la semplificazione della circolazione internazionale dei beni culturali».

La prima grande novità stabilisce che un’opera d’arte può essere venduta liberamente in tutta Europa fino a 70 anni dopo la sua creazione se l’artista che l’ha concepita non è più vivente (prima il limite era fissato a 50 anni). Non si parla comunque di beni
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Edek Osser