Lettere dalla Luna

Fino al 14 gennaio la Galleria Lia Rumma ospita «Dear Urania», personale dell’artista concettuale Victor Burgin (1941) intento a indagare le dinamiche tra immagini fisse e in movimento e la natura della rappresentazione

Olga Scotto di Vettimo |  | Napoli

Secondo prassi consolidata dell’artista, la mostra è costruita con lavori che hanno attinenze e riferimenti con il luogo in cui sono esposti. «Dear Urania» si riferisce alla Relazione del primo viaggio alla Luna fatto da una donna nell’anno di grazia 2057, pamphlet scritto nel 1857 dal matematico Ernesto Capocci di Belmonte, direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte fino al 1867. La protagonista di questo breve scritto è Urania, autrice di una lunga lettera indirizzata alla sua amica Ernestina in cui racconta i particolari del suo viaggio sulla Luna. Dear Urania è la risposta della terrestre all’avventurosa compagna.

La mostra è costruita con due proiezioni digitali in loop e tre gruppi di stampe. In una proiezione, ambientata all’interno di un loft, compaiono le parole di Ernestina sotto forma di didascalie; nell’altra la Luna e le sue fasi. L’artista mette in relazione
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo