Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Gallerie

Ibrido o plurale?

Personale di Kaveri Raina alla galleria annarumma

«Momo’s Assortment» (2017-18), di Kaveri Raina

Napoli. Le opere pittoriche di Kaveri Raina esposte alla galleria annarumma dal 15 marzo al 30 aprile sono libere reinterpretazioni di esperienze o accadimenti avvenuti durante l’infanzia in India e, in particolare, riflessioni che possono essere ricondotte ad alcuni temi principali, come dichiara l’artista: «Disconnessione culturale, imbarazzo, interesse per l’alterità, autocoscienza e dislocamento».

Il lavoro di Kaveri Raina, nata nel 1990 a Nuova Delhi e trasferitasi negli Stati Uniti a undici anni, è influenzato dalle sue vicende personali. Si tratta, dunque, di una pulsione intima, che l’artista esprime attraverso un segno pittorico astratto, in cui emergono forme corporee, immagini di animali e fogliame: «Il mio lavoro si concentra sul mio bisogno di esplorare gli aspetti spesso in conflitto della mia identità ibrida. Quindi mi occupo di politica dell’identità nel mio lavoro e nella diaspora indiana. Sto navigando costantemente nelle sfere sociali, culturali e spirituali della mia vita facendo affidamento sul bisogno di affermarmi come individuo e come parte di una comunità».

Olga Scotto di Vettimo, da Il Giornale dell'Arte numero 395, marzo 2019


Ricerca


GDA marzo 2019

Vernissage marzo 2019

Il Giornale delle Mostre online

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012