I gessi «in penombra» del Piemonte

Alessandro Martini |

Piemonte terra di gipsoteche? È al fondo di questo prezioso volume, curato con la consueta cura grafica ed editoriale dal benemerito Centro Studi Piemontesi (fondato nel 1969 da Renzo Gandolfo), che viene sintetizzato il patrimonio regionale. Ricco di fondi, raccolte di gessi e opere provenienti da studi e laboratori di artisti piemontesi oppure operanti in Piemonte tra Otto e Novecento, e non sempre musealizzate.

Accanto a istituti storici, non di rado ben organizzati e gestiti e spesso di grande suggestione come le gipsoteche intitolate a Leonardo Bistolfi a Casale Monferrato (Al), a Giulio Monteverde di Bistagno (Al), a Davide Calandra a Savigliano (Cn) e a Paolo Troubetzkoy a Verbania, sono molti i nuclei che ancora non hanno trovato un’esposizione permanente. Il volume (che raccoglie gli atti della giornata di studi del 2013, organizzata dalla Regione Piemonte in collaborazione con l’Associazione
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Alessandro Martini