Gucci restaura la Rupe Tarpea

In cambio del permesso accordato alla maison per una sfilata in maggio ai Musei Capitolini

La rupe Tarpea oggi. © Lalupa CC BY SA 4.0
Federico Castelli Gattinara |  | Roma

Dopo Tod’s, Fendi e Bulgari, ora anche Gucci interviene nella capitale. Main sponsor della personale del fotografo Paolo Di Paolo fino al primo settembre al MaXXI, il 28 maggio scorso gli abiti disegnati da Alessandro Michele, direttore creativo della maison fiorentina, hanno sfilato nelle sale dei Musei Capitolini.

In cambio le casse del Campidoglio si sono rimpinguate di 150mila euro, ma più interessante è la promessa di Gucci di contribuire al restauro della Rupe Tarpea, lo sbalzo di roccia tufacea ai piedi del Campidoglio da dove in antico erano gettati i traditori. I lavori, che dureranno due anni per un costo di 1,9 milioni di euro, porteranno a bonificare l’area verde, pavimentare i percorsi, a una nuova illuminazione e al restauro della «casa del Luparo».

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Federico Castelli Gattinara
Altri articoli in ARCHEOLOGIA