Furore e colore

Mariella Rossi |  | Lugano

La Sangiorgio International Art Gallery di Lugano, diretta da Antonio Lagioia e Daria Schöni, propone opere storicizzate e sguardi approfonditi ed esaustivi sugli autori del Novecento, garantendo un approccio museale a ogni progetto espositivo. Ne è un esempio la mostra visitabile fino al 13 novembre intitolata «Il furore del colore», dedicata a Renato Guttuso (Bagheria, 1911-Roma, 1987).

Il percorso è incentrato su nove dipinti a olio accanto ai quali figurano sei lavori a china. Si tratta di opere realizzate dal 1938 al 1976, ovvero da quando Guttuso si trasferì dalla Sicilia a Roma al suo esordio in politica, attività nella quale confluì il suo costante impegno sociale. I soggetti delle opere esposte sono tetti romani e figure femminili, temi tipici di questo lungo periodo, nei quali si riflette il legame simbolico e umano con la capitale.

Non mancano poi alcune nature morte e composizioni, a
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Mariella Rossi