Eleonora Duse nella sua Asolo

Il Museo Civico della cittadina del Trevigiano le dedica un’intera sala con esposte opere e oggetti della sua collezione, in attesa delle celebrazioni per il centenario della morte

Eleonora Duse in scena in una foto d’epoca
Alessandro Martini |  | Asolo

In vista delle celebrazioni per il centenario della morte di Eleonora Duse che si terranno per tutto il 2024 tra Asolo, Chioggia, Gardone Riviera, Venezia e Vigevano (info al sito), il Museo Civico di Asolo ha aperto al pubblico una nuova sala espositiva interamente dedicata alla grande attrice, diva internazionale sepolta ad Asolo per suo desiderio. Il progetto ha anche l’obiettivo di rendere fruibile la Collezione Duse, donata dalla figlia Enrichetta Angelica Marchetti Bullogh e composta da tessuti, dipinti, ritratti, mobili, libri, fotografie, documenti, ricordi di famiglia.

Il nuovo percorso, allestito da Corde Architetti Associati, prende il via con la «Stanza di Asolo» che illustra il legame dell’attrice con il territorio accogliendo gli arredi appartenenti alla sua dimora asolana, oggetti di scena e un approfondimento sui luoghi legati all’attrice. Nella sezione dedicata al palcoscenico sono esposti, a rotazione, gli abiti di scena.

Seguono l’ambiente intimo del camerino (a cui è previsto l’ingresso di un solo visitatore per volta), la «Stanza del Viaggio» dedicata al continuo itinerare di tournée in tournée, fino alla sezione conclusiva che espone ritratti di Eleonora Duse, dipinti e fotografie del suo volto. Il progetto è stato finanziato dal Ministero della Cultura tramite il Fondo per la Cultura 2021.

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Alessandro Martini