Dalle fornaci imperiali cinesi al 10 di Clifford Street

Tazza con foglia delle fornaci Jizhou dei Song meridionali, XII-XIII secolo. Diametro: 15,2 cm
Vittorio Bertello |  | Londra

Provengono tutte da una collezione privata le 30 ceramiche esposte fino al 29 maggio nella sede londinese di Eskenazi Ltd, al numero 10 di Clifford Street, e rappresentano tutte le più importanti manifatture cinesi del periodo Song (960-1279), vera e propria età aurea della Cina sia da un punto di vista economico e sociale, sia sotto il profilo intellettuale e tecnologico: a quel periodo risale l’introduzione di innovazioni come le prime banconote stampate o l’uso della polvere da sparo. Durante il periodo Song le ceramiche raggiunsero negli stilemi decorativi punte di eccellenza tali da fungere poi da modelli di riferimento nei secoli a venire.

Gli esemplari in mostra da Giuseppe Eskenazi appartennero a celebri collezionisti europei del XX secolo, come Lord Cunliffe, Alfred Clark, Johannes Hellner e Alfred Schoenlicht. I prezzi per gli oggetti esposti oscillano tra i 60mila e i 5 milioni di dollari. Il
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Vittorio Bertello