Cambi passa in rassegna le arti decorative del Novecento

Quattro aste, tra Genova e Milano: design, ceramiche Lenci, un catalogo generalista e vetri di Murano

Sei sedie di Jordan Mozer con struttura tubolare in acciaio e rivestimenti in pelle e velluto, disegnate per il Cypress Club di San Francisco e prodotte negli Stati Uniti nel 1980 ca
Cristina Valota |  | Genova

Cinque gli appuntamenti di Cambi a febbraio. Si comincia il 14, al Castello Mackenzie di Genova, con l’asta di design che raccoglie una proposta variegata di oggetti di nicchia, come le sei sedie di Jordan Mozer con struttura tubolare in acciaio e rivestimenti in pelle e velluto, disegnate per il Cypress Club di San Francisco e prodotte negli Stati Uniti nel 1980 ca.

Oltre 600 i lotti che vengono esitati nelle tre altre sezioni di vendita, tutte a Milano. Vetri francesi (Gallé, Daum, Lalique e Schneider), pezzi rari di Amalric Walter e ceramiche italiane (Nicolaj Diulgheroff per Albisola e Gio Ponti per Richard Ginori) contraddistinguono l’asta di Arti decorative del XX secolo del 25 febbraio.

Si prosegue lo stesso giorno con la vendita di un consistente nucleo di ceramiche Lenci, Essevi, Ronzan e Vibi provenienti da una collezione privata. Si termina il 26 febbraio, con un'asta interamente dedicata ai
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Cristina Valota