Artissima extra large ma molto sexy

Record di gallerie e il desiderio come tema della mostra collaterale

Franco Fanelli |  | Torino

Artissima si allarga in sede e in città. All’Oval, dal 31 ottobre (data dell’inaugurazione su invito) al 3 novembre, sono 208 (mai così tante) le gallerie partecipanti, contro le 189 dello scorso anno. In centro città, invece, torna la mostra collaterale: intitolata «Abstract Sex. We don’t have any clothes, only equipement», è ideata dalla direttrice della fiera Ilaria Bonacossa, dal gallerista Guido Costa e da Lucrezia Calabrò Visconti, curatrice indipendente.

Il tema è la lotta tra desiderio e censura, il primo presente nelle opere d’arte contemporanea esposte da Jana, storica boutique torinese (tra i suoi clienti, Mario Merz e Alessandro Baricco), in via Maria Vittoria. Quanto alla censura, il riferimento va ai moderni braghettoni che sul web coprono le nudità anche della pittura antica.

A proposito di censura, la mostra è vietata agli under 18. L’algoritmo di Facebook, per non restare
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Franco Fanelli
Altri articoli in MOSTRE