Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Arte povera ricca

Uno sguardo all'arte italiana nel catalogo di contemporaneo del 6 marzo di Bonhams

«Untitled» di Kounellis del 1989. © Bonhams

Londra. Tra i 47 lotti che Bonhams propone nell’asta di arte contemporanea del 6 marzo figurano lavori di alcuni degli artisti più rappresentativi dell’Arte povera. Con una stima di 120-170mila euro e un albero genealogico che vanta l’originaria provenienza dalla galleria napoletana di Lucio Amelio, guida il gruppo un «Untitled» di Kounellis del 1989, composto da una lastra di metallo alla quale è ancorata, tramite una corda, una vecchia macchina da cucire.

L’attenzione per il concetto di trasformazione caro a un altro dei padri del movimento, Pier Paolo Calzolari, è esemplificato da «Galata» del 1989 (stima 46-69mila; uno di due esemplari), nel quale chicchi di caffè macinati vengono diluiti, portati a ebollizione, convertiti in gas e condensati sulle pieghe di un foglio di rame. In asta anche un suo lavoro del 1990 (17-23mila) realizzato con sale, ferro e un gheriglio di noce.

Di Alighiero Boetti è inclusa la tecnica mista intitolata «curiosamente per la curiel (extra strong)» del 1990 (5.200-7.500 euro). Chiudono la lista dei lotti, guidati da una tela del 2004 di Christopher Wool (920mila-1,4 milioni), gioielli d’artista di Arnaldo e Giò Pomodoro, Carla Accardi e Pietro Consagra.

Cristina Valota, da Il Giornale dell'Arte numero 395, marzo 2019


Ricerca


GDA luglio/agosto 2019

Vernissage luglio/agosto 2019

Il Giornale delle Mostre online luglio/agosto 2019

Ministero luglio 2019

Guida alla Biennale di Venezia maggio 2019

Vedere a ...
Vedere in Calabria 2019

Vedere nelle Marche 2019

Vedere in Puglia e Basilicata 2019

Vedere in Trentino luglio 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012