Image

Render del nuovo centro culturale progettato dallo studio di Dave Kohn

Image

Render del nuovo centro culturale progettato dallo studio di Dave Kohn

Una casa per artisti queer a Londra

Fondato dal curatore e regista Ashley Joiner, Queercircle sta progettando di aprire nel prossimo inverno un centro culturale nel Design District della città a Greenwich

Kabir Jhala

Leggi i suoi articoli

Un nuovo ente di beneficenza sta finanziando il crowdfunding per lanciare la prima sede permanente di Londra dedicata agli artisti Lgbtq+ nel Regno Unito. Fondato dal curatore e regista Ashley Joiner, Queercircle sta progettando di aprire nel prossimo inverno un centro culturale nel Design District della città a Greenwich.

Progettata da David Kohn Architects, la sede comprenderà una galleria, una biblioteca e spazi che ospiteranno un programma di commissioni e residenze per artisti Lgbtq+. Queercircle mira anche a sviluppare studi di artisti adiacenti a prezzi accessibili. Joiner spera che il nuovo sito possa essere la risposta di Londra ai luoghi d’arte queer in altre città, come il Leslie-Lohman Museum of Art di New York e lo Schwules Museum di Berlino. Oltre a supportare gli artisti Lgbtq+, vogliono offrire alla più ampia comunità queer uno spazio sicuro in un momento di crescenti crimini omofobici e transfobici nel Regno Unito.

«Ora più che mai, la comunità Lgbtq+ ha bisogno e merita un luogo in cui incontrarsi, per affrontare l’isolamento sociale e prendersi cura di questioni importanti, quali la salute mentale e il benessere», afferma Joiner. Con un budget previsto di 400mila sterline, l’iniziativa è supportata dalla Greater London Authority, dall’Outset Studiomakers Initiative e dall’Arts Council England e prevede un consiglio di amministrazione che comprende gli artisti Isaac Julien e Kudzanai Violet Hwami e l’attore e collezionista Russell Tovey.
 

Render del nuovo centro culturale progettato dallo studio di Dave Kohn

Kabir Jhala, 10 settembre 2021 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Dietro l’attacco che ha messo fuori uso il sito web della casa d’aste all’inizio del mese ci sarebbe il gruppo RansomHub

La sua morte è stata confermata da Epiris, la società di private equity che possiede la casa d'aste

Secondo il rapporto Art Basel/UBS, a causa di «inflazione e guerre», lo scorso anno si è registrato un calo delle vendite di opere di altissimo valore ma anche un aumento del volume delle transazioni

Le aste del XX e XXI secolo e di arte surrealista sono aumentate del 18,5% in valore rispetto a marzo 2023

Una casa per artisti queer a Londra | Kabir Jhala

Una casa per artisti queer a Londra | Kabir Jhala