Image

Una veduta della mostra «Vettor Pisani» (2011), Napoli Palazzo Ruffo di Bagnara

Image

Una veduta della mostra «Vettor Pisani» (2011), Napoli Palazzo Ruffo di Bagnara

Da Napoli, la Fondazione Morra si estende a Caggiano

Si inaugura oggi in Cilento lo spazio multidisciplinare Caggiano-Fondazione Morra, ricavato nel Palazzo Morone donato dalla famiglia Bonito Oliva-Morone. Si inizia con Vettor Pisani e da gennaio accoglierà anche l’archivio del Living Theatre

Olga Scotto di Vettimo

Leggi i suoi articoli

Con la riposizione di tre mostre personali che in sette anni Vettor Pisani (Bari, 1934-Roma, 2011) realizzò per la Fondazione Morra a Ischia nel 2005 («Nostalgia volo di ritorno»), a Roma e a Napoli nel 2011 («Carpe Diem» e «Apocalypse now») e la presentazione della collezione e dell’archivio dell’artista, l’istituzione culturale napoletana inaugura oggi Caggiano-Fondazione Morra.

Il progetto si sviluppa in continuità con i propositi visionari e, al tempo stesso, densamente concreti che la Fondazione Morra propone per lo sviluppo e la valorizzazione dei luoghi e dei territori attraverso l’arte contemporanea. Una visione civica e sociale dell’arte che anima i pensieri e le pratiche di Giuseppe Morra che, dopo il Museo Nitsch e Casa Morra a Napoli, approda a Caggiano nel cuore del Cilento, in Provincia di Salerno, avviando una nuova stagione di attività culturali nel segno della multidisciplinarietà e contribuendo alla valorizzazione di quei territori che, benché svuotati dai fenomeni urbani della modernità, se valorizzati, possono proporre nuove forme di pensiero e di comunità, inclusive, sostenibili e plurali.

Dal 30 giugno al 2 luglio gli eventi saranno concentrati a Palazzo Morone, edificio storico di proprietà comunale (donato oltre dieci anni fa dalla famiglia Bonito Oliva-Morone) e ristrutturato dalla Fondazione Morra. Il palazzo da gennaio 2024 ospiterà anche l’archivio del Living Theatre. Contemporaneamente la fondazione sta procedendo alla ristrutturazione di Palazzo Abbamonte, dove verrà istituita una scuola estiva dedicata al territorio e alla sperimentazione, con l'obiettivo di attivare a Caggiano laboratori che siano «dispositivi di ricerca, sviluppo e gestione del territorio».
 

Una veduta della mostra «Vettor Pisani» (2011), Napoli Palazzo Ruffo di Bagnara

Olga Scotto di Vettimo, 30 giugno 2023 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

La mostra nella galleria napoletana presenta la più recente produzione scultorea e vari disegni spalmati su sei decenni di produzione dell’artista francese

Un viaggio nei misteri della conoscenza geometrica. Figure impossibili e solidi irrealizzabili si «materializzeranno» nella dimensione virtuale

La sua figura, protagonista della nota vicenda di Paolo e Francesca, viene attualizzata a Gradara per sostenere la libertà e i diritti delle donne

Per i prossimi sei mesi vari spazi della città ospitano gli 11 progetti selezionati dal primo bando del Comune sull’arte contemporanea: mostre diffuse, workshop, talk e visite guidate

Da Napoli, la Fondazione Morra si estende a Caggiano | Olga Scotto di Vettimo

Da Napoli, la Fondazione Morra si estende a Caggiano | Olga Scotto di Vettimo