Image

Gianni Politi. Foto di Fabio Paleari

Image

Gianni Politi. Foto di Fabio Paleari

CONTINENTE ITALIA | Gianni Politi

Artisti italiani, virtuosi non virtuali: le tecniche, i temi e le quotazioni di mercato dei nomi più votati dell'inchiesta

Image

Jenny Dogliani

Leggi i suoi articoli

I suoi dipinti sono «fallimenti figurativi» che sfociano in opere astratte, realizzate con i materiali tradizionali o con il riutilizzo di opere precedenti, tagliuzzate e sminuzzate. Elementi biografici e universali, come l’amore, l’amicizia, la sessualità sono i temi del suo lavoro. Talvolta il gesto pittorico sfocia nella produzione di oggetti scultorei, una cornice vuota o un masso la cui superficie è texture pittorica.

Il suo stile si nutre degli insegnamenti di antichi maestri, ma anche di Pollock e Bacon, nonché degli studi in Filosofia all’Università La Sapienza di Roma. Nel 2010 ha vinto il newyorkese Celeste Prize (sezione pittura). Nel suo curriculum spiccano personali al Centro Arti Visive di Pesaro, al Pier 36-Basketball City a New York, alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna e alla Nomas Foundation di Roma. In preparazione una personale alla Galleria Nazionale di Roma.

Gianni Politi, Roma, 1986
• Galleria Lorcan O’Neill, Roma
• Dipinti (8-25mila euro)


CONTINENTE ITALIA
Una mappa dell'arte italiana nel 2021
 

Gianni Politi. Foto di Fabio Paleari

Jenny Dogliani, 15 dicembre 2020 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

189 gallerie, straniere per la maggior parte, provenienti da 34 Paesi e quattro continenti. 37 prime partecipazioni e 66 progetti monografici, dislocati nelle consuete sezioni. E anche 11 premi, uno al suo debutto. Ecco i primi numeri della 31ma Artissima, la terza diretta da Luigi Fassi, presentata oggi all’NH Collection Hotel Piazza Carlina a Torino. Una fiera sofisticata, capace di fare ricerca, di approfondire e di scommettere su singole pratiche artistiche e su scenari emergenti per coniugare, attraverso il contenuto, cultura e mercato

Nell’Heydar Aliyev Center, progettato nel 2012 a Baku, in Azerbaijan, da Zaha Hadid per trasformare il Paese in un punto di riferimento per la grande arte contemporanea internazionale, la prima mostra dedicata a uno scultore italiano, con 39 opere delle quali 19 inedite e site specific

Prosegue il programma in 13 tappe intitolato «Dalle sculture nella città all’arte delle comunità», curato da Marcello Smarelli per Pesaro 2024 e ispirato alla storica mostra «Sculture nella città», con la quale Arnaldo Pomodoro ha ridisegnato Pesaro grazie alle sue monumentali scultura dislocate nelle vie del centro storico. Un progetto che ora si evolve coinvolgendo artisti e cittadini in un’unica grande visione collettiva

Centoventi props (oggetti di scena originali) al Museo Nazionale del Cinema di Torino, dalla spada laser di Luke Sky Walker alla scopa di Harry Potter, al cappello di Jack Sparrow, all’unico esemplare completo esistente del costume di Superman indossato da Christopher Reeve nel 1977. Il direttore Domenico De Gaetano spalanca le porte della fabbrica dei sogni, mentre ci racconta la storia del cinema e quella del collezionismo di cimeli, venerati come moderne reliquie, pagati e assicurati come opere d’arte d’inestimabile valore

CONTINENTE ITALIA | Gianni Politi | Jenny Dogliani

CONTINENTE ITALIA | Gianni Politi | Jenny Dogliani