Image

Il Gabinetto Disegni e Stampe dell’Istituto centrale per la grafica

Image

Il Gabinetto Disegni e Stampe dell’Istituto centrale per la grafica

Caro ministro Sangiuliano, la ventilata nuova collocazione dell’Icg è incomprensibile e incongrua. Ci ripensi

Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta del 21 dicembre, con 109 firmatari tra artisti, architetti, fotografi, giornalisti, storici dell’arte, curatori, editori, docenti, bibliotecari e stampatori, sulla destinazione dell’Istituto centrale della grafica nella prossima riorganizzazione del Ministero della Cultura

Autori vari

Leggi i suoi articoli

Dopo la lettera di inizio dicembre nella quale i dipendenti dell’Istituto centrale della grafica chiedevano al ministro Gennaro Sangiuliano di riconsiderare la collocazione dell’Icg prevista dal nuovo assetto del MiC, all’appello si uniscono ora 109 firmatari tra artisti, architetti, fotografi, giornalisti, storici dell’arte, curatori, editori, docenti, bibliotecari e stampatori, con una lettera aperta che qui riportiamo integralmente.


21 dicembre 2023


Onorevole Signor Ministro,

è con grande preoccupazione che abbiamo appreso della previsione di assegnare l’Istituto centrale per la grafica, nella prossima riorganizzazione del Ministero della Cultura, all’area funzionale attribuita al Dipartimento per la promozione delle attività culturali, e in particolare all’ambito della Direzione generale Biblioteche e istituti culturali.

Come ben rappresentato nella nota che Le hanno indirizzato i dipendenti dello stesso Istituto, questa nuova collocazione di un’istituzione che, fin dalla sua nascita (1975), nel quadro dell’amministrazione dei beni e delle attività culturali, è stata investita di compiti e missioni afferenti al settore storico-artistico, per coerenza e in continuità con le funzioni di carattere museale già precedentemente svolte dalle due entità che ne hanno costituito l’origine (Calcografia Nazionale e Gabinetto Nazionale delle Stampe), risulta del tutto inspiegabile e incongrua.

L’Istituto centrale per la grafica, con il suo eccezionale patrimonio, unico nel suo genere per le possibilità che offre ai fini della ricostruzione della storia dell’elaborazione e della divulgazione delle immagini nella cultura occidentale, ha costituito e costituisce un riferimento essenziale per la ricerca e gli studi in un settore particolare dell’espressione e della comunicazione artistica nell’età moderna e in quella contemporanea.

La sua centralità e il suo prestigio poggiano non soltanto sulla ricchezza, sul pregio storico-artistico, sull’interesse culturale che rivestono le sue collezioni (consistenti in migliaia di matrici incise, disegni, stampe, fotografie, video d’artista, nonché altre opere realizzate con mezzi e tecnologie che testimoniano l’attualità dei linguaggi della «grafica» continuamente in evoluzione), ma anche  sulle competenze e sulle specificità acquisite dagli studiosi e dai tecnici che, lavorando quotidianamente su questo patrimonio, alla luce dei più moderni orientamenti critici, storici ed estetici, ne hanno potuto individuare peculiarità, modalità e prassi di intervento.

Ciò al fine della sua stessa tutela e salvaguardia e per la comprensione e la corretta attribuzione dei significati e delle funzioni sociali che le diverse tipologie di manufatti conservati hanno avuto nel corso della storia, con particolare riguardo alle relazioni che i linguaggi della grafica e della fotografia hanno intessuto con gli altri generi artistici e alle questioni poste dalla nuova concezione dell’arte nell’epoca della sua «riproducibilità tecnica».

Il bagaglio di esperienze e competenze che l’Istituto centrale per la grafica ha costruito e promosso continua ad arricchirsi, anche grazie alle numerose collaborazioni con altri istituti culturali ed enti di ricerca. Esso, inoltre, ha contribuito, oltre che ad accrescere il patrimonio storico artistico nazionale, a individuare nuove problematiche, nuove figure professionali e più adeguate metodologie di approccio per il restauro, la catalogazione, l’esposizione, la fruizione, nonché per la produzione di opere grafiche e la sperimentazione di linguaggi e tecnologie. Tutto ciò verrebbe, con grave danno, disperso nella nuova configurazione e nella diversa missione istituzionale che saranno inevitabilmente attribuite all’Istituto nell’ambito di una Direzione Generale alla quale afferiranno le biblioteche nazionali, e i cui compiti riguarderanno la gestione e lo sviluppo dei servizi bibliografici e bibliotecari nazionali.

Per questo, a salvaguardia di un patrimonio di rilevante interesse artistico, e in difesa di una identità culturale da lungo tempo internazionalmente riconosciuta, noi sottoscritti firmatari della presente, intellettuali, artisti, conservatori e funzionari esperti dei patrimoni, studiosi e accademici di varie discipline, che hanno rinvenuto nel museo importanti riferimenti per la propria ricerca, aderiamo alla richiesta di riconsiderazione della collocazione dell’Istituto Centrale per la Grafica e, con convinzione, sosteniamo le ragioni lucidamente espresse da quanti vi operano, auspicando un ripensamento della proposta governativa e una più adeguata posizione di questa importante e irripetibile istituzione museale nella nuova struttura organizzativa prevista dal Dpcm in corso di approvazione.


I sottoscritti firmatari

Alberto Abruzzese, Sociologo, Professore emerito Università IULM

Barbara Agosti, Professoressa ordinaria di Storia dell’arte moderna, Università di Roma “Tor Vergata”

Paola Agosti, Fotografa e curatrice

Gianluca Albicocco, Titolare Stamperia d’arte Albicocco

Pio Baldi, già Direttore Generale del Ministero della Cultura, Accademico benemerito dell’Accademia Nazionale di San Luca

Ida Barberio, Bibliotecaria, ex funzionario del Ministero della Cultura (Biblioteca di Archeologia e Storia dell’Arte)

Elena Bellantoni, Artista visuale e Docente Accademia di belle Arti L’Aquila e NABA Roma

Maria Pina Bentivenga, Artista e Docente Accademia di belle arti di Roma

Maria Grazia Bernardini, Storica dell’arte, ex Direttore del Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo

Luisa Berretti, Storica dell’arte, funzionario Ministero della Cultura (Direzione Regionale Musei della Toscana)

Antonio Biasiucci, Artista, Docente di Fotografia (Accademia di belle arti di Brera, IULM Milano, Accademia di belle arti di Foggia)

Marina Bindella, Artista e Docente di Grafica d’arte, Accademia di belle arti di Roma

Richard Bösel, Direttore emerito dell’Istituto Storico Austriaco di Roma, ex Direttore Dipartimento di architettura delle Collezioni di arte grafica dell’Accademia Albertina, Vienna, Membro dell’Accademia Austriaca delle Scienze e Accademico benemerito dell’Accademia Nazionale di San Luca

Maria Francesca Bonetti, Storica dell’arte, ex funzionario del Ministero della Cultura (Istituto centrale per la grafica)

Silvia Bordini, Ordinario di Storia dell’arte contemporanea, Sapienza Università di Roma

Carolina Brook, Storica dell’arte, Accademico cultore dell’Accademia Nazionale di San Luca

Julian Brooks, Senior Curator of Drawings and Department Head, The J. Paul Getty Museum

Giuseppe Caccavale, Artista, Docente di Art Mural, Dessin et Poétique des Espaces, all’Ecole Nationale Supérieur des Arts Décoratifs, Parigi

Giovanna Calvenzi, Photo editor e curatrice dell’Archivio Gabriele Basilico, Milano

Silvia Camporesi, Artista

Paolo Canevari, Artista

Giovanna Capitelli, Ordinaria di Museologia e storia della critica d’arte, Università degli Studi
Roma Tre

Luca Capuano, Artista, Docente di Fotografia (ISIA di Urbino, Accademia di belle arti di Perugia, Accademia di design e comunicazione visiva Abadir, Catania)

Nicoletta Cardano, Storica dell’arte e curatrice, già Sovrintendenza Capitolina ai Beni culturali

Tommaso Casini, Professore associato di Museologia, storia della critica artistica e del restauro, Università IULM

Matteo Ceriana, Storico dell’arte, già Ministero della Cultura

Benedetta Cestelli Guidi, Storica dell’arte, libera professionista

Laura Cherubini, Storico dell’arte, critico, curatore, Docente dell’Accademia di belle arti di Brera

Dario Cimorelli, Editore

Barbara Cinelli, già Professore di Storia dell’arte contemporanea, Università degli Studi Roma Tre; Fondazione Memofonte, Firenze

Pietro Clemente, Professore ordinario di Antropologia culturale, Università di Firenze

Mario Cresci, Artista, già Direttore dell’Accademia Carrara di belle arti di Bergamo e docente di Fotografia (NABA, SPD di Milano, Università degli Studi di Napoli l’Orientale, di Parma, ISIA di Urbino, Accademia di belle arti di Brera)

Dario Curatolo, Architetto

Marisa Dalai Emiliani, Professoressa emerita di Storia dell’arte moderna, Sapienza Università di Roma

Gabriele D’Autilia, Professore associato settore Cinema, Fotografia, Televisione

Giulia De Marchi, Storica dell’arte, ex funzionario del Ministero della Cultura (Istituto centrale per la grafica), Accademico benemerito dell’Accademia Nazionale di San Luca

Gianni Dessì, Artista, Accademico nazionale pittore dell’Accademia Nazionale di San Luca (già Presidente dell’Accademia Nazionale di San Luca)

Giuliana Ericani, Storica dell’arte, già Direttore del Museo Biblioteca Archivio Remondini; membro del CDA delle Gallerie dell’Accademia di Venezia; Presidente del Collegio dei probi viri ICOM Italia e Vice presidente di ICOM Europe

Francesco Faeta, Professore ordinario di Antropologia Culturale, Scuola di Specializzazione in Beni Culturali DEA, Sapienza Università di Roma

Franco Fanelli, Docente di Tecniche dell’incisione-Grafica d’arte, Accademia Albertina di belle arti, Torino

Giovanni Fiorentino, Professore ordinario, Università della Tuscia, Viterbo e Presidente SISF-Società Italiana per lo Studio della Fotografia

Daniela Fonti, Storica dell’arte, Università di Roma Sapienza

Giancarla Frare, Artista, ex Docente di Disegno e Storia dell’arte

Donatella Fratini, Storica dell’arte, funzionario Ministero della Cultura (Soprintendenza ABAP per la citta metropolitana di Bologna e le province di Modena, Reggio Emilia e Ferrara)

Antonello Frongia, Storico della fotografia, Erasmus Coordinator - Scienze dei Beni culturali, Università degli Studi Roma Tre e Vice direttore di «RSF. Rivista di Studi di fotografia»

Manuela Fugenzi, Photo editor e Docente di Fotografia

Giulia Fusconi, Storica dell’arte, ex funzionario del Ministero della Cultura (Istituto centrale per la grafica)

Francesca Gallo, Professoressa associata di Storia dell’arte contemporanea, Sapienza Università di Roma - Dip. SARAS

Jean-Philippe Garric, Professeur d’Histoire de l’architecture, Université Paris 1 (Panthéon-Sorbonne)

Carlo Gasparri, Socio nazionale dell’Accademia Nazionale dei Lincei, Professore emerito dell’Università Federico II di Napoli

Marcella Ghio, Servizi di comunicazione e ufficio stampa, ex dipendente del Ministero della Cultura (Istituto centrale per la grafica)

Simona Ghizzoni, Fotografa e artista visuale

Fausto Giaccone, Fotografo

Elisabetta Giffi, Storica dell’arte, ex funzionario del Ministero della Cultura (Istituto centrale per la grafica)

Silvia Ginzburg, Professoressa ordinaria di Storia dell’arte moderna, Università degli Studi Roma Tre

Umberto Giovannini, Professore ordinario in Art & Design presso Central Saint Martins, University of the Arts London

Francesco Grisolia, Professore associato di Storia dell’arte moderna e Storia del disegno e della grafica, Università di Roma Tor Vergata

Guido Guidi, Artista, già Docente di Storia e tecnica della fotografia (Accademia di belle arti di Ravenna, IUAV Venezia, Politecnico di Milano, ISIA Urbino)

Kristina Herrmann Fiore, già Direttore storico dell’arte alla Galleria Borghese, Roma

Laura Iamurri, Professoressa ordinaria di Storia dell’arte contemporanea, Università degli Studi Roma Tre - Dip. Studi Umanistici

Nora Iosia, Art curator e musicista

Anna Iuso, Direttrice della Scuola di Specializzazione in Beni Culturali DEA, Sapienza Università di Roma

Barbara Jatta, Direttore dei Musei Vaticani

Daniela Lancioni, Storica dell’arte, Curatrice senior Azienda Speciale Palaexpo, Roma

Marco Lattanzi, Storico dell’arte, già funzionario presso Segretariato Generale Presidenza della Repubblica (Area Tutela e Valorizzazione del Patrimonio Artistico)

Nicoletta Leonardi, Docente di Storia dell’arte, Accademia di Belle Arti di Brera, Milano

Laura Leonelli, Giornalista

Filippo Maggia, Curatore, Docente di Economia dell’Arte, Master in Economia e Management per l’Arte e la cultura, Business School 24 e già Direttore di Fondazione Fotografia Modena

Monica Maffioli, già Direttore scientifico Fratelli Alinari, Fondazione per la Storia della Fotografia e Vice presidente SISF-Società Italiana per la Storia della Fotografia

Maria Mancini, già Docente di Geografia, Università degli Studi Roma Tre - Dip. Studi Umanistici

Elena Marconi, Storico dell’arte, Ministero della Cultura (Gallerie degli Uffizi)

Ginevra Mariani, Storica dell’arte, ex funzionario del Ministero della Cultura (Istituto centrale per la grafica)

Lucia Miodini, Storica della comunicazione visiva, Responsabile Sezione Media e Moda, Centro Studi e Archivio della Comunicazione, Università di Parma

Ferdinando Mirizzi, Professore ordinario di Discipline Demoetnoantropologiche, Università della Basilicata

Alida Moltedo, Storica dell’arte, ex funzionaria del Ministero della Cultura

Marinella Monarca, Bibliotecario, ex funzionario del Ministero della Cultura (Istituto cenrale per la grafica)

Gianluca Murasecchi, Responsabile Scuola di Grafica d’Arte, Accademia di belle arti di Roma

Giulia Napoleone, Artista, Accademico nazionale pittore dell’Accademia Nazionale di San Luca

Benito Navarrete, Catedrático de Historia del Arte, Universidad Complutense de Madrid

Serge Noiret, Visiting Fellow, European University Institute e Presidente di AIPH-Associazione Italiana di Public History

Carmelo Occhipinti, Professore, Università di Roma Tor Vergata, Dipartimento di Studi letterari, filosofici e di storia dell’arte

Bernardino Osio, Ambasciatore a. r., Presidente emerito dell’Associazione Amici dell’Istituto centrale per la grafica

Silvia Paoli, Storica dell’arte e della fotografia, Conservatore dei beni culturali, Civico Archivio Fotografico di Milano

Serenita Papaldo, ex Dirigente Ministero della Cultura (Direttore Istituto centrale per la grafica), Accademico benemerito dell’Accademia Nazionale di San Luca

Enrico Parlato, Professore ordinario di Storia dell’arte moderna, Università della Tuscia, Viterbo

Rita Parma, Storica dell’arte, ex funzionario del Ministero della Cultura (già Direttore di biblioteca presso l’Istituto centrale per la grafica)

Mario Peliti, Architetto, Editore e curatore

Francesco Piccolo, Editore della “Strenna dei Romanisti”

Simonetta Prosperi Valenti, Professoressa ordinaria di Storia dell’arte moderna, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Susanna Pasquali, Professore associato in Storia dell’architettura, Università di Roma La Sapienza, Dipartimento di Architettura e Progetto

Rosario Perricone, Professore di Antropologia e museologia, Accademia di belle arti di Palermo e Direttore del Museo internazionale delle marionette Antonio Pasqualino, Palermo

Antonella Renzitti, Storica dell’arte, ex funzionario del Ministero della Cultura (Istituto centrale per la grafica)

Giuseppe Renzitti, Informatico, ex funzionario del Ministero della Cultura (Istituto centrale per la grafica)

Antonello Ricci, Professore ordinario di Antropologia culturale, Sapienza Università di Roma

Francesca Rossi, Direttore Musei Civici di Verona

Anna Romanello, Artista, già Docente di Grafica d’Arte, Accademia di Belle arti di Roma

Annamaria Russo, Artista incisore

Mario Scalini, Storico dell’arte, ex Dirigente del Ministero della Cultura

Ilaria Schiaffini, Professoressa associata di Storia dell’arte contemporanea, Sapienza Università di Roma

Claudio Seccaroni, Chimico, ENEA Roma

Tiziana Serena, Professoressa associata di Storia dell’arte contemporanea, Università degli Studi di Firenze – Dip. SAGAS e Direttore di “RSF. Rivista di Studi di Fotografia”

Michele Smargiassi, Giornalista

Gianfranco Spitilli, Antropologo visuale, Università degli Studi di Teramo

Luigi Tomassini, Professore onorario dell’Alma Mater Studiorum, Università di Bologna – Dip. Beni Culturali, Presidente onorario della SISF-Società Italiana per lo Studio della Fotografia

Giorgio Toscani, Consulente EURISPES, Coordinamento BRICS, già membro dell’Ufficio Studi Ministero Bilancio e Programmazione Economica

Patrizia Tosini, Professore associato di Storia dell’arte moderna, Università degli Studi Roma Tre

Roberta Tucci, Docente della Scuola di specializzazione in Beni Culturali DEA, Sapienza Università di Roma

Roberta Valtorta, Storica e critica della fotografia, Docente presso IULM e Centro Bauer di Milano

Claudio Zambianchi, Professore ordinario di Storia dell’arte contemporanea, Sapienza Università di Roma

Leggi anche:
L’Icg a Sangiuliano: non siamo una biblioteca 
 

Il Gabinetto Disegni e Stampe dell’Istituto centrale per la grafica

Autori vari, 22 dicembre 2023 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Redattori, corrispondenti, collaboratori e lettori di «Il Giornale dell’Arte» sono i nostri esploratori e investigatori delle occasioni, eccezioni e stranezze che ogni mese il mercato internazionale dell'arte continua a offrirci

Redattori, corrispondenti, collaboratori e lettori di «Il Giornale dell’Arte» sono i nostri esploratori e investigatori delle occasioni, eccezioni e stranezze che ogni mese il mercato internazionale dell'arte continua a offrirci

Redattori, corrispondenti, collaboratori e lettori di «Il Giornale dell'Arte» sono i nostri esploratori e investigatori delle occasioni, eccezioni e stranezze che ogni mese il mercato internazionale dell'arte continua a offrirci

Redattori, corrispondenti, collaboratori e lettori di «Il Giornale dell'Arte» sono i nostri esploratori e investigatori delle occasioni, eccezioni e stranezze che ogni mese il mercato internazionale dell'arte continua a offrirci

Caro ministro Sangiuliano, la ventilata nuova collocazione dell’Icg è incomprensibile e incongrua. Ci ripensi | Autori vari

Caro ministro Sangiuliano, la ventilata nuova collocazione dell’Icg è incomprensibile e incongrua. Ci ripensi | Autori vari