Sviyazhsk, Tatarstan in Russia

Un osservatore privilegiato, Francesco Bandarin, scruta il Patrimonio Mondiale

Il Monastero dell'Assunzione
Francesco Bandarin |

Sviyazhsk, un piccolo centro ubicato a 30 km da Kazan, la capitale del Tatarstan, ha svolto un ruolo fondamentale nella storia europea alla fine del Medioevo, nel periodo in cui i principi di Mosca stavano espandendo il loro dominio sul territorio della Russia europea. Per secoli, la parte orientale della regione era stata controllata da uno stato turco-tataro, il Khanato di Kazan, una formazione politica derivata dall’Orda d’Oro, il grande Principato creatosi dopo il frazionamento dell’Impero Mongolo conquistato da Genghis Khan (1162-1227).

Il dominio tataro costituiva l’ostacolo principale all’espansione voluta dal primo zar, Ivan IV Vasilyevich «il Terribile» (1530-84), che era riuscito a imporre la supremazia di Mosca agli altri Principati della Russia europea. Il conflitto tra i moscoviti e i tatari durava da oltre un secolo, perché la posizione strategica di Kazan sul fiume Volga, vicino
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Francesco Bandarin
Altri articoli in LUOGHI