Restauri alla Paolina

Arianna Antoniutti |  | Città del Vaticano

La Cappella Paolina, «realtà plurima, stratificata e tuttavia omogenea e coerente» scrive Antonio Paolucci, Direttore dei Musei Vaticani, è stata oggetto, dal 2002 al 2009, di un lungo e delicato restauro. Al restauro venne dedicata, nel maggio del 2010, presso l’Università La Sapienza di Roma, una giornata di studi, promossa da Alessandro Zuccari, i cui esiti sono ora raccolti nel libro Michelangelo e la Cappella Paolina, curato da Paolucci e Silvia Danesi Squarzina per i tipi delle Edizioni Musei Vaticani. Due sono i livelli di lettura offerti dal volume: uno tecnico, con relazioni di Ulderico Santamaria, Fabio Morresi, Maurizio De Luca e Maria Ludmila Pustka, sulle indagini scientifiche svolte, l’altro prettamente storico-artistico.

Ecco dunque, tra gli altri, i saggi di Paolucci e Squarzina dedicati all’ultima opera pittorica di Michelangelo: i due affreschi con «Conversione di Saulo» e
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Arianna Antoniutti