Resistere per cinque anni

Il Museo Nazionale della Resistenza va online in attesa di aprire la sede fisica nel 2026

Ada Masoero |  | Milano

È online dal 25 aprile il sito del Museo Nazionale della Resistenza l’istituzione che sta nascendo a Milano grazie al concorso del MiC, del Comune di Milano, dell’Istituto Nazionale Ferruccio Parri e della rete degli Istituti italiani per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea. Contemporaneamente al sito, hanno preso il via i profili social Instagram @museonazionaleresistenza e Facebook @resistenzamuseo, che accompagneranno i visitatori alla scoperta del Museo che verrà. 

La sede, la cui inaugurazione è prevista nel 2025-2026, è progettata dallo studio Herzog & de Meuron e (seppure di minore estensione) si presenta identica nelle forme e nei materiali all’edificio di viale Pasubio in cui si apre la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, da cui è divisa, come da un netto fendente, dalla via Alessandro Volta.

Con l’edificio del Museo Nazionale della Resistenza si completerà il Piano Integrato di Intervento sui Bastioni di Porta Volta, che prendono il nome da una delle porte urbiche delle cinquecentesche Mura Spagnole, i cui resti saranno salvaguardati (sono ora in corso le indagini archeologiche). Il museo, di cui sta per avviarsi la progettazione definitiva, cui seguirà l’esecutiva (entrambe a carico di Coima), potrà contare su 3800 metri quadri di superficie distribuiti su cinque piani.

© Riproduzione riservata Masterplan del Museo Nazionale della Resistenza
Altri articoli di Ada Masoero
Altri articoli in MUSEI