Parigi si tinge di giallo

Le aste orientali durante il Printemps asiatique

«La fidanzata», di Mai Trung Thu. © Tajan
Luana De Micco |  | Parigi

Una fitta sessione d’aste di arte orientale si tiene in corrispondenza della rassegna Printemps asiatique, che coinvolge gallerie specializzate e musei (6-17 giugno). Tra i pezzi più belli battuti il 10 da Artcurial ci sono due antichi oggetti cinesi: un paravento a 8 pannelli d’epoca Qing (1644-1908), con scene di vita in un palazzo sul davanti e animali sul retro, e un vaso di porcellana celadon d’epoca Qianlong (1736-95), entrambi stimati 25-35mila euro.

La maison mette in evidenza anche una giara di bronzo con incrostazioni d’oro e argento della dinastia Song-Ming (XIII-XV secolo) con figure di draghi stilizzati (25-35mila) e una grande coppa in corno di rinoceronte scolpita, dinastia Qing (40-60mila). Nel catalogo della vendita Sotheby’s dell’11 giugno figurano un incensiere a tre piedi di bronzo dorato d’epoca Qianlong, e un raro vaso di porcellana nera incrostato di madreperla, oro e
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Luana De Micco