Nxt per i New Media

Apre ad Amsterdam il primo museo olandese dedicato all'arte multimediale

Nxt Museum Amsterdam
Federico Florian |  | Amsterdam

Il 29 agosto, nel distretto creativo di Amsterdam Noord, apre le porte al pubblico il Nxt Museum, la prima istituzione museale olandese dedicata alla New Media Art. «Il fatto di vivere a Londra, cuore dell’innovazione e sede di alcune fra le istituzioni d’arte maggiormente proiettate verso il futuro, mi ha ispirato a creare un nuovo spazio ad Amsterdam, in grado di promuovere l’arte prodotta oggi con i mezzi più all’avanguardia sulla piazza», dichiara Merel van Helsdingen, fondatrice e direttore esecutivo del museo.

La mission di Nxt è quella di commissionare nuove e ambiziose installazioni multimediali nate dalla collaborazione tra artisti, designer e scienziati, allo scopo di fondere arte e tecnologia per indagare ed esplorare il «futuro» della produzione artistica. La mostra inaugurale, dal titolo «Shifting Proximities», rifletterà sul rapporto tra esperienza umana e innovazione tecnologica attraverso grandi installazioni multisensoriali; tra gli artisti esposti, il collettivo londinese United Visual Artists (Uva), l’artista «eco» Thijs Biersteker in collaborazione con il neurobiologo vegetale Stefano Mancuso, e l’artista audiovisivo Roelof Knol.

Situato in un ex studio di produzione di oltre 2mila metri quadrati, il museo ospiterà anche il programma di residenze Nxt Lab, volto a favorire la collaborazione tra scienziati e artisti di diverse discipline. In risposta all’epidemia di Coronavirus, il museo limiterà i visitatori a un massimo di 94 all’ora e adatterà le installazioni in mostra per ridurre al minimo il rischio di contagio per il pubblico.

© Riproduzione riservata Nxt Museum Amsterdam- Shifting Proximities Nxt Museum Amsterdam- Shifting Proximities
Altri articoli di Federico Florian
Altri articoli in MUSEI