Nudi maschili e femminili e giocatori di carte

I dipinti antichi e dell'Ottocento in asta da Wannenes a fine mese

«Studio di nudo» di Mattia Preti
Olga Scotto di Vettimo |  | Genova

Come sempre la casa d’aste Wannenes riserva per gli ultimi giorni di novembre le aste di arte antica e dell’Ottocento (entrambe fissate per il 29 novembre), in un mese che prevede prima altri appuntamenti, uno per gli argenti, gli avori e gli oggetti russi (12 novembre), uno per le ceramiche (il 13), uno per gli arredi, le sculture e gli oggetti d’arte (il 13 e 14), uno per i gioielli e gli orologi (il 27) e infine uno per la numismatica (il 28), oltre naturalmente a quello, milanese, dell’arte moderna e contemporanea del 22.

Due sono le opere principali tra i lotti di arte antica. Uno «Studio di nudo» di Mattia Preti (1613-99), olio su tela di 72x95 cm, è datato agli anni Quaranta del Seicento: la scheda in catalogo vi riscontra le influenze emiliane di Giovanni Lanfranco e quelle napoletane di Battistello Caracciolo. Le stime partono da 12-15mila euro.

Una tela più piccola (39x31 cm) è invece
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Olga Scotto di Vettimo