Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Aste

Nudi maschili e femminili e giocatori di carte

I dipinti antichi e dell'Ottocento in asta da Wannenes a fine mese

«Studio di nudo» di Mattia Preti

Genova. Come sempre la casa d’aste Wannenes riserva per gli ultimi giorni di novembre le aste di arte antica e dell’Ottocento (entrambe fissate per il 29 novembre), in un mese che prevede prima altri appuntamenti, uno per gli argenti, gli avori e gli oggetti russi (12 novembre), uno per le ceramiche (il 13), uno per gli arredi, le sculture e gli oggetti d’arte (il 13 e 14), uno per i gioielli e gli orologi (il 27) e infine uno per la numismatica (il 28), oltre naturalmente a quello, milanese, dell’arte moderna e contemporanea del 22.

Due sono le opere principali tra i lotti di arte antica. Uno «Studio di nudo» di Mattia Preti (1613-99), olio su tela di 72x95 cm, è datato agli anni Quaranta del Seicento: la scheda in catalogo vi riscontra le influenze emiliane di Giovanni Lanfranco e quelle napoletane di Battistello Caracciolo. Le stime partono da 12-15mila euro.

Una tela più piccola (39x31 cm) è invece opera di Michiel Sweerts (1618-64), che qui raffigura dei «Giocatori di carte», tema caro ai Bamboccianti fiamminghi (stime 15-25mila).

Lo stesso giorno si tiene anche l’asta di arte dell’Ottocento, con un olio di notevoli dimensioni (212x98,5 cm) realizzato dal genovese Alfredo Luxoro nel 1882 e rappresentante un nudo femminile in piedi («La conchiglia»). L’opera, che partecipò all’Esposizione Nazionale delle Belle Arti di Roma nel 1883, è stimata 15-18mila euro.

Olga Scotto di Vettimo, da Il Giornale dell'Arte numero 391, novembre 2018


Ricerca


Sovracoperta dicembre 2018

GDA dicembre 2018

Vernissage dicembre 2018

Vademecum Intesa Sanpaolo dicembre 2018

Vedere a ...
Vedere in Campania 2018

Vedere in Canton Ticino 2018

Vedere in Sardegna 2018

Vedere a Torino 2018

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012