Miart, missione compiuta

Jenny Dogliani |  | Milano

Contrariamente a quanto si pensava, alla conclusione della 21ma edizione di Miart, svoltasi dall’8 al 10 aprile a Fieramilanocity con oltre 45mila visitatori, non è stato annunciato il nome del successore di Vincenzo de Bellis, per quattro anni direttore della fiera e nominato curatore al Walker Art Centre di Minneapolis

Nel momento in cui questo giornale va in stampa, infatti, non si sa se sarà davvero Alessandro Rabottini, «vice» di de Bellis, il nuovo direttore, come dato (forse un po’ troppo frettolosamente) per scontato, o se invece l’organizzazione punterà su un nome a sorpresa e su qualche altra formula, magari un tandem con Rabottini, più curatore che uomo-mercato, affiancato da una figura di più marcate caratteristiche «commerciali». Ma per restare a ciò che si è visto negli stand, la fiera, ancora una volta molto elegante, proponeva principalmente dipinti, sculture, fotografie e piccole
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Jenny Dogliani