Lorenzetti fa il tagliando

Gli affreschi di Lorenzetti nel transetto sinistro della Basilica Inferiore di Assisi. Foto di P. Gerhard Ruf © Archivio fotografico del Sacro Convento  di S. Francesco in Assisi, Italia
Stefano Miliani |

Nella maestosa e affollata Crocifissione, nella scena in cui il corpo di Cristo viene accolto con compassione e piegato in modo innaturale, e nel dipingere le altre fasi della Passione nel transetto sinistro al piano inferiore dell’allora modernissima Basilica di San Francesco, Pietro Lorenzetti dimostrò di aver guardato con attenzione al rinnovamento radicale praticato da Giotto, o chi per lui, al piano superiore della chiesa. Erano gli anni Venti del Trecento e, al di là dei secoli e dei terremoti, oggi lo strato pittorico degli affreschi del pittore senese è in buone condizioni. Eppure, a partire dal 6 gennaio, vengono montati ponteggi. E se a qualcuno suona come una contraddizione, lo è solo perché in Italia a ogni disastro si invoca la manutenzione preventiva senza poi metterla in atto: qui invece viene messa in pratica con un cantiere affidato al caporestauratore del Sacro Convento Sergio Fusetti
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani