Le aste di dipinti antichi a Londra

Uno Zurbarán «caravaggesco» e un Giandomenico Tiepolo tra le vette del 3 e 4 dicembre

«Cristo crocifisso» di Francisco de Zurbarán (particolare). © Sotheby’s/ArtDigital Studio
Elena Correggia |  | Londra

Un dipinto eseguito da Francisco de Zurbarán intorno al 1635, nel pieno clima della Controriforma, è uno dei lotti di punta offerti da Sotheby’s nella vendita del 4 dicembre a Londra con una stima di 3-4 milioni di euro. L’opera, intitolata «Cristo crocifisso», è un olio su tela di grandi dimensioni, proveniente da una collezione privata, che colpisce per la sua forza espressiva accentuata dall’estrema semplicità della scena. La grandezza pressoché reale di Cristo, il corpo che emerge dalle tenebre, avvolto da una lucentezza che contrasta con l’oscurità dello sfondo e l’assenza di dettagli narrativi contribuiscono alla resa fortemente drammatica dell’insieme.

Un simile tema religioso, pur in altro stile e in altra epoca, è interpretato da Giovanni Bellini nell’olio su tavola «Cristo che porta la croce», riconosciuto come una delle tre versioni autografe di tale soggetto realizzate
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Elena Correggia
Altri articoli in ASTE