La Puglia firma il piano paesaggistico territoriale

Paesaggio pugliese. Fonte: Piano paesaggistico territoriale regionale
Stefano Miliani |

Bari. Fosse una gara, la palma del vincitore andrebbe alla Puglia, una regione dove il tristemente famoso ecomostro di Punta Perotti in anni non troppo lontani simboleggiava l'abusivismo di cui l'Italia è purtroppo ricca. Venerdì 16 a Roma il ministro per i Beni culturali Dario Franceschini e il governatore Nichi Vendola hanno sottoscritto al Collegio Romano il «Piano paesaggistico territoriale regionale» (Pptr; cfr. il Giornale dell'Arte n. 347, novembre '14, p. 10), quel tipo di piano coordinato tra dicastero e amministrazione regionale esplicitamente previsto dal Codice del 2004 ma che, finora, è rimasto una pia intenzione. Franceschini vuole lo stesso pensare «positivo»: «Con tanto ritardo, ma finalmente si firma un Piano paesaggistico sulla base di una norma del Codice. Aiuta a salvaguardare il territorio e aiuterà a rendere più veloci e trasparenti le autorizzazioni e i diversi atti amministrativi.
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Miliani