Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Archeologia

Il viaggio di Tutankhamon per il primo restauro

Il sarcofago dorato è stato trasferito dalla sua tomba di Luxor al Grande Museo Egizio in prossima apertura al Cairo

Il sarcofago dorato di Tutankhamon

Il Cairo. Per la prima volta nella sua storia, uno dei più famosi reperti antichi al mondo è attualmente in fase di restauro in Egitto. Il sarcofago dorato di Tutankhamon, il giovane faraone che regnò in Egitto dal 1333 al 1323 a.C., è stato trasferito il 12 luglio scorso dalla sua tomba di Luxor al Grande Museo Egizio (Gem), in prossima apertura al Cairo. Si tratta del suo primo trasferimento dopo la scoperta nella tomba intatta e piena di tesori del sovrano, a opera dell’archeologo inglese Howard Carter nel 1922.

Stando a quanto dichiarato dal Ministero per le Antichità egizie, il sarcofago, lungo due metri, è stato trasportato per 650 km dalla Valle dei Re, nel sud del Paese, al Gem, nei pressi delle Piramidi di Giza, sotto lo stretto controllo della Polizia per il Turismo e le Antichità. La decisione di spostarlo è stata presa dopo che le analisi hanno rivelato la presenza di crepe negli strati di intonaco dorato del sarcofago, in particolare quelli del coperchio e della base.

Sempre secondo una dichiarazione ufficiale, il team che si è occupato del suo trasferimento ha usato unità antivibrazioni per proteggerne la fragile struttura e ha riempito lo spazio circostante con materiali privi di acidi capaci di assorbire l’umidità. Dopo il suo arrivo nel museo, il sarcofago è stato isolato per sette giorni in una stanza separata e sottoposto a fumigazione per rimuovere eventuali parassiti.

L’intervento, condotto nel Centro conservazione del museo, all’avanguardia in questo settore, comprenderà il restauro non invasivo dell’intonaco e della doratura e durerà almeno otto mesi. Il sarcofago è uno dei tre scoperti nella tomba di Tutankhamon. Quello più interno, a forma di mummia e realizzato in oro massiccio, e quello intermedio, in legno dorato, sono stati rimossi subito dopo la scoperta e portati al Museo Egizio del Cairo, dove sono tuttora esposti.

Una volta ultimato il restauro del sarcofago esterno e dopo l’apertura del Gem nel 2020, le tre casse verranno riunite per la prima volta dal 1922. Oltre al sarcofago di Tutankhamon, il museo avrebbe ricevuto altri 181 reperti dal Museo Egizio del Cairo.

Aimee Dawson, da Il Giornale dell'Arte numero 402, novembre 2019


Ricerca


GDA dicembre 2019

Vernissage dicembre 2019

Il Giornale delle Mostre online dicembre 2019

Vedere a ...
Vedere a Napoli 2019

Vedere in Sardegna 2019

Vedere a Torino 2019

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012