Il conoscitore di perle

Dalle mode al valore simbolico, una storia articolata di questa preziosa concrezione dal XIV al XVII secolo in un volume edito da Il Mulino

«Cleopatra che scioglie la perla» di Giambattista Tiepolo, particolare, Melbourne, National Gallery of Victoria
Virtus Zallot |

Null’altro che un difetto di natura, secondo Tertulliano, pustole o verruche entro una conchiglia, da sempre le perle sono fortemente desiderate e follemente pagate. Mediante l’utile comparazione con il prezzo di altri beni e servizi, questo libro consente anche di comprenderne (e non solo di sapere) il costo, un’informazione importante per giustificarne il valore sociale.

Gli autori indagano le perle da punti di vista molteplici e connessi considerandone origini, vicende e geografia di reperimento, lavorazione, commercio, tipologie, norme, modi e mode d’uso (e non solo come ornamento) ed eloquenza simbolica. Con sguardo multidisciplinare e antropologico, che rende il racconto vivo, il volume è abitato da coloro che di perle si sono occupati o che le hanno indossate, di cui ricostruisce le storie: uomini e donne, pescatori, mercanti, artigiani, acquirenti, schiavi e potenti, anonimi e famosi, onesti e imbroglioni e altri ancora.

Affronta inoltre l’importante questione del loro costo umano e ambientale. L’arco temporale osservato va dal XIV al XVII secolo, con rimandi tuttavia a epoche più antiche e successive, fino al presente. Spazio rilevante è dedicato agli usi delle perle a ornamento della persona, quale dimostrazione ed esibizione di ricchezza e autorità. Documenti storici privilegiati, riprodotti nel ricco apparato fotografico, sono opere d’arte (prevalentemente ritratti) che le mostrano addobbare corpi, abiti e accessori.

Testimoni diretti sono invece alcuni preziosissimi e rari manufatti: gioielli, corone, vesti, oggetti d’arredo e decori la cui struttura era talora progettata a valorizzare perle di dimensione o forma eccezionale. In quanto oggetto d’arte applicata e soggetto d’arte, le perle possono dunque interessare coloro che, per professione o curiosità, si occupano di questo settore e di storia dell’arte; altrettanto questo libro, che offre non solo molte risposte, ma nuovi interrogativi, direzioni da percorrere e indagare.

Tutte le perle del mondo. Storie di viaggi, scambi e magnifici ornamenti,
di Maria Giuseppina Muzzarelli, Luca Molà, Giorgio Riello, 344 pp., ill., col., il Mulino, Bologna 2023, € 45

© Riproduzione riservata La copertina del volume
Altri articoli di Virtus Zallot