Gli antiquari della Roma sabauda

Il mercato dell'arte nella capitale tra fine XIX e inizio XX secolo

Il busto di papa Paolo V di Gian Lorenzo Bernini (particolare)
Arabella Cifani |  | Roma

La Fondazione Zeri non cessa, fortunatamente, di pubblicare libri utili e importanti. Il nuovo volume (stampato con il contributo dell’Associazione Antiquari d’Italia) fa parte della collana Nuovi diari di lavoro e raccoglie gli atti della giornata di studio sul Mercato dell’arte in Italia intorno al 1900. Mercanti, collezionisti e conoscitori nella Roma sabauda (1870-1915), tenutasi a Bologna presso la Fondazione, in collaborazione con il Kunsthistorisches Institut di Firenze il 14 e 15 novembre 2017.

L’argomento è del massimo interesse perché il commercio antiquario della Roma tra fine XIX e inizio XX secolo fu di assoluto rilievo, dominato da antiquari di prestigio internazionale. Ai margini di questo mercato si mossero personaggi oggi poco noti (collezionisti, artisti, studiosi), alcuni dei quali molto, troppo, disinvolti, che contribuirono alla circolazione e a una grave dispersione di opere preziosissime e di alto significato per la nostra storia dell’arte, come, ad esempio, il busto di Paolo V di Gian Lorenzo Bernini scomparso dopo il 1893 e recentemente acquistato dalla Fondazione Getty di Los Angeles.

Alla base di questi studi i fondi fotografici e archivistici della Fondazione Zeri, comprendenti una collezione di cataloghi d’asta veramente unica per qualità e abbondanza. Dal volume emergono storie, che lasciano ancora oggi un senso di amarezza. Prevale grave e spesso irrimediabile il senso del depauperamento del patrimonio culturale italiano, temperato da qualche beffarda considerazione sulla quantità di falsi propinati a importanti musei.

Si evidenzia anche il faticoso avvio alla conoscenza, alla valorizzazione e conservazione di un numero amplissimo di opere da parte di una nazione che solo a fine Ottocento comincia a prendere coscienza del suo patrimonio artistico, ma che è ancora priva di efficaci leggi di tutela che arriveranno solo nel 1939 con il ministro dell’Educazione Nazionale, Giuseppe Bottai.

Capitale e crocevia. Il mercato dell’arte nella Roma sabauda, a cura di Andrea Bacchi e Giovanna Capitelli, 336 pp., 170 ill. b/n, Fondazione Federico Zeri e Silvana Editoriale, Cinisello Balsamo (Mi) 2020, € 30

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Arabella Cifani