Che cosa hanno comprato Cairo e Valsecchi

All’asta Christie’s di moderno e contemporaneo (incasso 13,3 milioni) ricambio generazionale

Michela Moro |  | Milano

Il debutto ufficiale del direttore di Christie’s Italia Cristiano De Lorenzo non poteva essere migliore: l’asta annuale, svoltasi il 27 aprile nelle sale di Palazzo Clerici a Milano, ha totalizzato 13.319.624 euro, con il 96% per valore e il 94% per lotto. Il risultato è frutto di un gruppo di lavoro rodato che forse si avvantaggia dell’unicità dell’evento, a differenza delle case d’asta che lavorano su due tornate, primavera e autunno. La sala era gremita, con molte facce fresche rigorosamente in piedi, segnale di un ricambio generazionale anche tra i molti mercanti presenti.

La vendita ha avuto un esordio fulminante: il Boetti bianco «Senza titolo (ordine e disordine)» del 1977, valutato 50-70mila euro, è arrivato velocemente a 292.784, piazzandosi al decimo posto tra i top ten della serata. Guardando la lunga fila di telefoni, sempre atttivissimi, pareva che le aste siano un lavoro da
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Michela Moro