Barcellona capitale della videoarte

La fiera Loop si apre quest'anno a nuovi linguaggi artistici

Uno still del video «Voyage en Icarie» dell'artista Domènec alla fiera di videoarte Loop
Roberta Bosco |  | Barcellona

Per il sedicesimo anno consecutivo Barcellona si trasforma per due settimane nella capitale della videoarte internazionale. Dopo aver festeggiato il 15mo anniversario, Loop (la prima fiera esclusivamente dedicata al video d’autore) inizia una nuova tappa, aprendosi alle intersezioni con altri linguaggi artistici come la danza, la performance e la musica.

Una nuova sede (l’Hotel Almanac) e nuove date (dal 20 al 22 novembre) sono le principali novità di una fiera che è diventata un appuntamento ineludibile per gli amanti dell’immagine in movimento e una piattaforma per l’incontro tra esperti e professionisti del settore.

Il comitato formato da collezionisti ha selezionato 42 gallerie, che presenteranno le proposte di uno o al massimo due artisti, come le italiane Monica de Cardenas di Milano e Gilda Lavias di Roma che espongono rispettivamente Rä di Martino e Carlos Martiel. Anche se resta una fiera
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Roberta Bosco
Altri articoli in MOSTRE