Veduta del Salone capitolare della Scuola Grande San Giovanni Evangelista

Image

Veduta del Salone capitolare della Scuola Grande San Giovanni Evangelista

Nuova luce per Tiepolo nella Scuola Grande San Giovanni Evangelista

Venetian Heritage interviene con 160 Led puntati sugli affreschi del pittore nel Salone Capitolare, con un investimento complessivo di 160mila euro

Veronica Rodenigo

Leggi i suoi articoli

Venetian Heritage torna a intervenire nella Scuola Grande San Giovanni Evangelista. Dopo il restauro dello scalone monumentale, opera di Mauro Codussi del 1498 e la sua valorizzazione attraverso un apparato d’illuminazione, il comitato privato per la salvaguardia di Venezia ha di recente finanziato l’impianto illuminotecnico del Salone capitolare in cui tra il 1727 e il 1762 intervenne l’architetto Giorgio Massari.

Investimento complessivo: 160mila euro per un nuovo sistema realizzato da Eeco su progetto del lighting designer Carlo Pallieri. Nello specifico sono stati utilizzati 160 corpi illuminanti a Led altamente efficienti. Il fine: valorizzare l’architettura dello spazio, il ricco apparato decorativo (che vede coinvolto anche Giandomenico Tiepolo) e valorizzare la fruizione degli spazi a scopo istituzionale o per conferenze e concerti.

Tre in tutto gli ordini di illuminazione. Il primo indiretto e rivolto alle tele del soffitto con corpi illuminanti Erco Gimbal da 38 W ciascuno. Il secondo, in luce diretta, è rivolto ai grandi dipinti sulle pareti, e fa uso di faretti Erco Oseris da 19 W. Il terzo ordine di illuminazione interessa la grande pavimentazione (adibita a platea in caso di eventi) e il fondo del salone, zona in cui viene allestito il palco. Qui si è scelto di intervenire con corpi illuminanti Parscan da 48 W.

L’impianto è stato inoltre programmato con diversi «scenari» di utilizzo tramite il sistema di controllo bluetooth Casambi che garantisce flessibilità totale e riprogrammabilità dei corpi illuminanti esclusivamente via software, rendendo peraltro possibile contenere il quantitativo di cavi da posare, elemento cruciale in architetture storiche come quella del Salone capitolare. L’intervento ha un carico energetico collegato di soli 2,3 kW complessivi che consente di contenere notevolmente i costi di gestione.

Veduta del Salone capitolare della Scuola Grande San Giovanni Evangelista

Veronica Rodenigo, 20 febbraio 2024 | © Riproduzione riservata

Articoli precedenti

Kapoor, Berggruen, Tre Oci, Re Rebaudengo: quattro importanti istituzioni per il contemporaneo dove i lavori sono ancora in corso

I comuni denominatori della 60ma edizione sono la forte presenza di artisti provenienti dal Sud del mondo e dell’arte tessile. Il Padiglione della Santa Sede sarà nella casa di reclusione femminile della Giudecca

La neodirettrice illustra progetti e mostre per il Museo multimediale del Novecento di Mestre: «Dobbiamo creare il desiderio, magari anche attraverso proposte multidisciplinari. Mi piacerebbe che altri linguaggi non convenzionali venissero accettati come mezzi per comprendere il secolo»

In Palazzo Grimani le tappe salienti della breve carriera di David «Chim» Seymour

Nuova luce per Tiepolo nella Scuola Grande San Giovanni Evangelista | Veronica Rodenigo

Nuova luce per Tiepolo nella Scuola Grande San Giovanni Evangelista | Veronica Rodenigo