Image

Una veduta dell'allestimento della mostra di Fabrizio Corneli allo Spazio Borgogno

Image

Una veduta dell'allestimento della mostra di Fabrizio Corneli allo Spazio Borgogno

Apollo e Dioniso tra luce e ombra

Anna Maria Farinato

Leggi i suoi articoli

Milano. Nel gioco del vedere proposto da Fabrizio Corneli, il doppio, la coppia è un carattere che ricorre da sempre. Corpi illuminati e illuminanti, teatro delle ombre e ribalta della luce. È la luce che crea l’opera ma è l’ombra che fa apparire le sue figure tratte da un immaginario che spazia dall’antica Grecia alla contemporaneità.
Dopo molti anni Corneli torna a esporre a Milano, allo Spazio Borgogno con una mostra, a cura di Marco Bazzini, allestita dal 6 dicembre (inaugurazione questa sera) al 5 gennaio.
La grande aula dell’architettura industriale che caratterizza lo spazio espositivo milanese riunisce quindici opere di periodi e serie differenti. E nel titolo della mostra, «Monadi e Menadi», ricorrono, ancora una volta una coppia e  una complementarietà. Le Monadi sono i primi elementi matematici dell’universo, le idee per Platone. Forse rappresentano il lato più apollineo, più razionale di noi stessi e dell’arte di Corneli. Sul versante opposto si collocano le Menadi, di carattere orgiastico, più dionisiaco e infatti queste in forma di fanciulle costituiscono il corteggio sfrenato proprio del dio Dionisio. La luce in Corneli perde quella sua simbologia mistica per farsi forza fortemente pittorica.

Una veduta dell'allestimento della mostra di Fabrizio Corneli allo Spazio Borgogno

Anna Maria Farinato, 05 dicembre 2017 | © Riproduzione riservata

Altri articoli dell'autore

Un poeta e scrittore ha chiamato alcuni tra i più celebri attori del mondo a recitare i suoi versi dedicati all’arte del passato. Il Pugile a riposo, il Cristo morto di Mantegna e il san Sebastiano di Domenichino ora ci parlano

Il Mu.Zee di Ostenda apre le celebrazioni per i 75 anni della morte dell’artista belga con una mostra su un genere che costituisce un quarto della sua produzione

La tradizionale classifica delle personalità più influenti del 2023 stilata da 22 anni da ArtReview premia l’attivismo. Se nel 2021 a conquistare la vetta erano stati gli Nft, quest’anno ai primi 10 posti ci sono solo artisti

Ai piedi delle Dolomiti, tra i vigneti di Franciacorta e Toscana, a Mantova o sul mare pugliese: i cinque Land of Fashion Village si vestono a festa

Apollo e Dioniso tra luce e ombra | Anna Maria Farinato

Apollo e Dioniso tra luce e ombra | Anna Maria Farinato