Visitatori in crescita nei musei statali

Nel 2015 sono stati 43 milioni. In testa il Lazio, boom per il Piemonte

Stefano Luppi |

Roma. Il Mibact rende noti i risultati dei musei statali nel corso dell’anno scorso rispetto al 2014 e «usa» questi dati per sottolineare il successo della riforma voluta dal ministro Dario Franceschini (comprende, in estrema sintesi, accorpamenti profondi delle soprintendenze e la creazione di 20 musei autonomi cui presto se ne aggiungeranno un’altra decina).

I dati presentati dal Ministero evidenziano quanto il sistema museale italiano sia l’elemento trainante del settore turistico nazionale, con tassi di crescita, appunto, in aumento.
Nel 2015, i visitatori dei musei italiani sono cresciuti del 6% rispetto all’anno precedente, giungendo ad assommare 43 milioni di individui, mentre gli incassi in totale sono cresciuti del 14%. La regione che ha avuto più visitatori nei propri musei e siti archeologici è stata il Lazio, con 19.750.157 ingressi e 62.838.837 euro di introiti. Il Piemonte è la
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Luppi