Una nuova casa della fotografia

Si chiama Tuscan House of Photography e si struttura attraverso corsi settimanali che consentono il confronto quotidiano con docenti come Axel Hütte, Kenro Izu e Jodi Bieber

L'immagine guida di «Post reportage». © Jodi Bieber
Monica Poggi |  | Palaia (Pi)

A pochi chilometri da Pisa, nasce la Tuscan House of Photography, progetto didattico che coniuga la ricchezza paesaggistica e territoriale delle colline toscane con l’esperienza di autori di fama internazionale. Supportata dal lavoro di un team di artisti, curatori e comunicatori, si struttura attraverso corsi settimanali che consentono il confronto quotidiano con docenti come Axel Hütte, Kenro Izu e Jodi Bieber.

Fra gli argomenti dei primi corsi, in partenza a settembre, troviamo alcuni temi ricorrenti nella storia della fotografia, analizzati attraverso uno sguardo che tiene conto anche delle nuove necessità linguistiche della contemporaneità.

«Contemporary landscape», ad esempio, pur avendo le sue radici all’interno della storia della pittura del Seicento, ha come fulcro d’interesse la mutabilità del paesaggio, in costante evoluzione come le sue modalità di rappresentazione.

«Visionary
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Monica Poggi