Tra Buddha e Canto-pop

Cina contemporanea al Guggenheim di New York

«Dear, can I give you a hand?» (particolare, 2018) di Wong Ping. Solomon R. Guggenheim Museum, New York, The Robert H. N. HoFamily Foundation Collection 2018.18 © Wong Ping
Federico Florian |  | New York

Dal 4 maggio al 21 ottobre l’arte cinese è protagonista al Solomon R. Guggenheim Museum di New York. In queste date la Robert H. N. Ho Family Foundation Chinese Art Initiative, un programma di ricerca e curatela dedicato all’arte contemporanea cinese e fondato nel 2013, installa nel museo dell’Upper East Side il suo terzo e ultimo progetto espositivo.

Si tratta di una collettiva che riunisce nuove commissioni prodotte da cinque artisti cinesi viventi. «One Hand Clapping», titolo della mostra, è una riflessione sul futuro dell’umanità: un avvenire tecnocratico e postglobalizzato, distopico e a tratti surreale, come lascia intendere il titolo («Applaudire con una sola mano»), allusione a un indovinello buddhista e a un pezzo musicale Canto-pop.

«Per questa fase conclusiva del programma abbiamo invitato cinque artisti a pensare a come l’arte che immagina il futuro possa anche rispecchiare il
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Federico Florian