Sul retro dei quadri di Rothko

Carlotta Venegoni |

Storia e invenzione si intrecciano nell’ultimo romanzo di Barbara A. Shapiro, nel quale due protagoniste abitano in momenti temporali differenti: Danielle, che narra nel 2015, perizia opere d’arte per la casa d’aste Christie’s, Alizée Benoit, pittrice, vive invece la New York degli anni Quaranta.

La passione per l’arte di Danielle deriva dai racconti del nonno su una prozia pittrice, Alizée Benoit, amica dei grandi rappresentanti dell’Espressionismo astratto (Pollock, Rothko, De Kooning, Krasner) e scomparsa in circostanze misteriose nel 1940, così come le sue tele. Quando Danielle si trova a periziare tre dipinti nascosti sul retro di quadri di Mark Rothko, nasce in lei la speranza di aver ritrovato opere della prozia. È così incoraggiata a compiere studi e ricerche su colei che si rivela nel corso del romanzo figura importante e di influenza profonda per l’operato del grande movimento
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Carlotta Venegoni