ARTEFIERA 970x90
Nuova testata GDA
Nuova testata GDA

Archeologia

Riapre il Parco archeologico e culturale di Tuscolo

Le prime tracce dell’insediamento urbano risalgono al X secolo a.C.

Veduta del Teatro romano di Tuscolo

Monte Porzio Catone (Rm). Si chiama «Tuscolo. Il luogo primitivo dell’anima», come lo definì Fosco Maraini, il progetto finanziato dalla Comunità Montana dei Castelli Romani e Prenestini che punta a tutelare e valorizzare il patrimonio sia storico-archeologico sia naturalistico del Tuscolo.

La storia recente di questo parco, che sorge 30 km a sud di Roma, vede in prima fila proprio la Comunità Montana, che nel 1984 acquista quasi 50 ettari di terreno dai principi Aldobrandini e nel 1993 completa l’operazione con tutta l’area archeologica relativa all’antica città di Tusculum, fondata secondo la leggenda da Telegono, figlio di Ulisse e della Maga Circe.

Le prime tracce dell’insediamento urbano risalgono al X secolo a.C. Divenuta rapidamente una delle più importanti città della Lega Latina, è battuta da Roma nella battaglia del Lago Regillo (496 a.C.), capitola definitivamente nel 381 a.C. e diventa in seguito residenza estiva di imperatori, senatori e scrittori rinomati, tra cui Silla, Cicerone, Lucullo, ...
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

Federico Castelli Gattinara, da Il Giornale dell'Arte numero 396, aprile 2019

©RIPRODUZIONE RISERVATA
GDA413GDA413 VERNISSAGEGDA413 GDECONOMIAGDA413 GDMOSTRE
Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012