Private sales: di che cosa stiamo parlando

Elementi per la definizione del concetto di vendita a trattativa privata

Michela Moro |

1. Le private sales sono delle vendite private realizzate dalle case d’asta su una singola opera regolate da un contratto tra venditore e acquirente. Si stabilisce un prezzo netto e la commissione per l’intermediario, ossia la casa d’aste, che viene indicata nel contratto e che è calcolata in base a parametri che variano di volta in volta a seconda del valore dell’opera, senza mai superare quella che avrebbe potuto essere la commissione d’asta.

2. Le aste sono vendite al rialzo dove vince chi offre il prezzo più alto, a cui viene sommata la commissione dell’intermediario. Può accadere che, in un tempo breve successivo alla conclusione dell’asta, un compratore manifesti il desiderio di acquistare un’opera rimasta invenduta, che verrà acquistata alle stesse condizioni e prezzo dell’asta. L’intermediario passa l’offerta al mandante che può accettare o meno.

3. Le vendite post asta non rientrano nel computo delle vendite dell’asta per le majors, mentre il dibattito è sempre aperto su come la maggior parte delle case d’aste italiane calcolino questa ulteriore vendita, non esistendo una vera regolamentazione.

4. Per mercato secondario si intende tutto quello che riguarda gli scambi tra gallerie che trattano opere già in circolazione. È una realtà di dimensioni maggiori rispetto al mercato primario, quello delle gallerie che trattano opere nuove da immettere sul mercato.

Leggi anche
Private sales: un vaccino con effetti collaterali
Private sale: privacy sì, ma dipende

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Michela Moro
Altri articoli in ECONOMIA