Parole ribelli alla Giarina

Una panoramica sulla produzione di autori come Blaine, Bory, Novàk e Ben Vautier

«Ce sac contient, un billet d’avion pour...», 1988, di Ben Vautier
Mariella Rossi |  | Verona

La galleria La Giarina è stata fondata nel 1987 da Cristina Morato in un palazzo del ’500, nella zona più antica di Verona vicino al Teatro Romano. La sua attività è caratterizzata dal confronto con le avanguardie (da ricordare le mostre su Futurismo, Dadaismo, Surrealismo, Nouveau Réalisme e Fluxus) e con l’arte contemporanea più attuale, cui è dedicato il ciclo espositivo «Beyond Painting» (di cui si è da poco concluso il secondo appuntamento).

Agli autori della Poesia visiva e sonora è dedicata la prossima rassegna, «Le parole in rivolta», ideata da Cristina Morato e curata da Luigi Meneghelli. Dal 4 maggio al 28 settembre si può ammirare una panoramica sulla produzione internazionale di autori come Julien Blaine, Jean-François Bory, George Brecht, Paul De Vree, Bernard Heidsieck, Ladislav Novàk e Ben Vautier.

Per l’occasione, opere di Henri Chopin sono esposte per la prima volta in
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Mariella Rossi
Altri articoli in MOSTRE