Mixed media in Canton Ticino

Alla Pinacoteca Giovanni Züst l’apporto dell’immagine fotografica all’universo dei linguaggi artistici nell'Ottocento

«Genzianella», 1908, di Luigi Rossi, e «Documento per “Genzianella”», Capriasca, Casa Museo Luigi Rossi
Elena Franzoia |  | Rancate

Controverso e ineludibile, l’apporto dell’immagine fotografica all’universo dei linguaggi artistici e delle loro percezioni è al centro della mostra «Arte e Arti. Pittura, incisione e fotografia nell’Ottocento» (dal 20 ottobre al 2 febbraio), coordinata da Alessandra Brambilla e curata presso la Pinacoteca cantonale Giovanni Züst da Matteo Bianchi con Mariangela Agliati Ruggia ed Elisabetta Chiodini.

Impostata su un duplice binario, che accosta dipinti e relative fotografie, la mostra presenta numerosi inediti provenienti da collezioni private. L’attenzione si concentra sul fenomeno della riproducibilità tecnica, focalizzando anche la storica importanza dell’incisione. Invenzione «senza ritorno» di metà Ottocento, non mera riproduzione meccanica ma occasione di nuovi sguardi sulla realtà, la fotografia segnò in modo particolare l’arte francese.

La mostra dedica perciò uno speciale
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Elena Franzoia