Martina rivoluzionaria a Ferrara

Stefano Luppi |  | Ferrara

Trasferimento della Pinacoteca Nazionale da Palazzo dei Diamanti al Castello Estense: l’iter è partito (cfr. lo scorso numero, p. 14) e il progetto è già finanziato grazie a 7 milioni di euro, ma serviranno almeno tre anni per il suo completamento.

A dirlo è Martina Bagnoli, una formazione tra Gb e Usa e un passato di curatore capo di arte e manoscritti medioevali al Walters Art Museum di Baltimora, oggi direttrice delle Gallerie Estensi di Modena e Ferrara (nate nel 2014 come polo museale di cui fanno parte proprio la Pinacoteca di Ferrara insieme con Galleria Estense di Modena e Palazzo Ducale di Sassuolo), che spiega i prossimi passaggi: «Ora la Soprintendenza unica di Bologna dovrà esprimersi e servirà un tavolo tecnico per il parere definitivo. Siamo agli incontri preliminari perché sono appena partiti al Castello Estense i lavori per il recupero dei danni causati dal sisma del 2012. Sento
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata
Altri articoli di Stefano Luppi