Il Giornale dell\ ilgiornaledellarte.comwww.allemandi.com

Notizie

Le tre religioni insieme ad Abu Dhabi

Sull’isola di Saadiyat sorgerà l’Abrahamic Family House

Render dell'Abrahamic Family House sull’isola di Saadiyat

Abu Dhabi. Il Louvre Abu Dhabi avrà un nuovo vicino sull’isola di Saadiyat, l’Abrahamic Family House, composta da una chiesa, una sinagoga e una moschea che poggiano su un padiglione «laico» per i visitatori. Lo studio di architettura britannico Adjaye Associates ha vinto il concorso di architettura con tre edifici parallelepipedi, ciascuno dei quali si presenta con un involucro differente che simboleggia gli sforzi diversi ma simili delle tre religioni verso il loro rispettivo unico Dio.

Oltre al loro monoteismo, tutte e tre, inoltre, condividono Abramo come figura chiave: gli ebrei perché era l’uomo cui Dio promise la Terra promessa; i cristiani e i musulmani perché la storia del sacrificio di Abramo e Isacco è un simbolo di obbedienza a Dio. Un rabbino è stato nominato dalla New York University di Abu Dhabi per la sinagoga, e anche la chiesa e la moschea avranno i propri responsabili.

L’ente committente è il Comitato Superiore per la Fraternità Umana, istituito dopo che papa Francesco e Ahmed Al Tayeb, gran imam dell’Università Al Azhar del Cairo (la personalità più vicina a un’autorità suprema per i musulmani sunniti), hanno firmato il Documento di Fraternità Umana nel febbraio di quest’anno. I progetti sono stati donati a papa Francesco in Vaticano il mese scorso.

A differenza dell’Arabia Saudita, che proibisce qualsiasi manifestazione pubblica di religioni diverse dall’Islam, gli Emirati Arabi Uniti hanno una tradizione di tolleranza risalente al loro fondatore, lo sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, che regnò dal 1971 al 2004.

Il principe ereditario di Abu Dhabi, lo sceicco Mohammed bin Zayed al Nahyan, ha finanziato gli scavi archeologici di un monastero cristiano e, nel 2016, ha dichiarato l’iconoclastia una pratica che dovrebbe essere «rifiutata da tutte le religioni date da Dio» dopo la distruzione dei monumenti da parte dell’Isis. Quest’anno è stato proclamato Anno della Tolleranza dal Governo degli Emirati Arabi Uniti e, in settembre, a 18 luoghi di culto non musulmani nei vari emirati è stato conferito uno status giuridico ufficiale.

Anna Somers Cocks, da Il Giornale dell'Arte numero 403, dicembre 2019


  • Render dell'Abrahamic Family House sull’isola di Saadiyat

Ricerca


GDA marzo 2020

Vernissage marzo 2020

Il Giornale delle Mostre online marzo 2020

Società Editrice Umberto Allemandi s.r.l.
Piazza Emanuele Filiberto, 13/15 10122 Torino
Tel 011.819.9111 - P.IVA 04272580012