La biblioteca delle banche editrici

Un volume della biblioteca Abi
Stefano Miliani |

Roma. Sfogliare il corpus completo dei disegni di Michelangelo in più volumi a cura di Charles de Tolnay, per quanto in copia anastatica, può provocare un brivido anche a chi specialista non è. A breve sarà possibile. Nelle Scuderie sul retro dello storico Palazzo Altieri in piazza del Gesù a Roma, l’Associazione bancaria italiana l'11 febbraio inaugura una biblioteca non replicabile altrove. Attesta infatti un fenomeno prettamente italiano, quello dell’editoria bancaria. E compie un’azione encomiabile, tanto più in una stagione in cui molte biblioteche lottano per restare aperte regolarmente. I 10mila volumi coprono la gran parte di quanto pubblicato dal 1861 a oggi, in attesa di altri libri che arriveranno.
I campi privilegiati restano le arti visive, l’architettura, le tradizioni e la storia locali, insieme a titoli su vino e cibo realizzati quando bere e mangiare non erano così di moda. L’editoria
...
(l'articolo integrale è disponibile nell'edizione su carta)

© Riproduzione riservata Un volume della biblioteca Abi L'ingresso Un volume della biblioteca Abi Una sala della biblioteca Una sala della biblioteca
Altri articoli di Stefano Miliani